31 agosto 2010 / 15:07 / 7 anni fa

Enel GreenPower,per allettare mercato Ipo a forte sconto-gestore

* Enel dovrebbe rinviare Ipo Egp - fondo Impax

* Investitori delusi da titoli energie rinnovabili

* Titoli energia verde interessanti nel lungo termine

di Svetlana Kovalyova

MILANO, 31 agosto (Reuters) - Enel (ENEI.MI) potrebbe trovarsi a dover vendere le azioni Enel Green Power con un forte sconto per allettare gli investitori, delusi dalle performance dei titoli dell‘energia verde.

Lo dice a Reuters Simon Gottelier, portfolio manager di Impax Asset Management, secondo cui Enel farebbe bene a rinviare l‘offerta della controllata attiva nelle rinnovabili - messa in agenda per ottobre - fino a quando le condizioni di mercato non miglioreranno e le politiche e la regolamentazione del settore in Europa e Stati Uniti non saranno più chiare.

Enel spera di raccogliere almeno 3 miliardi di euro dall‘offerta, che potrebbe essere la maggiore Ipo europea di quest‘anno, per contribuire a tagliare il carico debitorio.

“Enel ha bisogno di ripagare un ammontare significativo di debito con i proventi dell‘Ipo ma quotarsi alle condizioni di mercato attuale probabilmente non sarebbe la tempistica ideale”, afferma il gestore.

Impax Asset Management (IPX.L), società di investimento britannica nel settore ambientale con il 6% dei suoi circa 3 miliardi di dollari di portafoglio investito in utility dell‘energia rinnovabile, preferisce titoli specializzati nell‘efficienza energetica e mostra cautela sull‘Ipo di Egp.

“Mai dire mai, ma dovrebbe essere a forte sconto”, dice Gottelier, aggiungendo che uno sconto di circa il 30-50% rispetto alle valutazioni attuali delle concorrenti potrebbe attirare gli investitori, specialmente quelli con strategia a lungo termine.

I tagli agli incentivi per l‘energia verde in Spagna e Italia, così come l‘incertezza sul futuro della legge Usa sui cambiamenti climatici, hanno trascinato i titoli delle rivali di Egp a quotazioni pari a meno di 10 volte l‘Ebitda stimato per il 2011, aggiunge.

“Questo non riflette la qualità del business. E’ soltanto un mercato molto, molto impegnativo. Le società quotate del settore hanno qualità molto alta, un business ben gestito, che però non hanno contato nulla in termini di performance azionaria negli ultimi 18 mesi”, osserva Gottelier.

Hsbc ha tagliato i target price delle principali rivali di Egp, come le spagnole Iberdrola Renovables IBR.MC e Acciona (ANA.MC), la portoghese EDP Renewables (EDPR.LS) e la francese EDF Energies Nouvelles EEN.PA.

Probabilmente per Enel avrebbe più senso “quotare il business quando ci sarà un quadro più chiaro di quello che accadrà negli Usa in termini di supporto a una politica federale per le energie rinnovabili”.

Enel ha detto che porterà avanti un processo “dual-track” per la vendita di una quota di minoranza di Egp e potrebbe optare per un collocamento privato se offrisse condizioni migliori. Tuttavia, Gottelier dubita che Enel potrebbe estrarre più valore da una vendita privata rispetto a un‘Ipo.

“Ci sono alcuni grandi fondi delle energie rinnovabili... che hanno una performance sostanzialmente negativa dalle attuali holding di sviluppo di progetti eolici. Non credo che correranno ad aumentare le loro posizioni nelle energie rinnovabili”, dice il gestore.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below