January 22, 2020 / 10:48 AM / 2 months ago

Pop Sondrio, Amber valuta azioni legali contro esclusione da libro soci

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Amber Capital, primo azionista di Pop Sondrio, valuta azioni legali contro la decisione della banca di non accogliere la sua domanda di ammissione a socio.

In una nota, i fondi Amber Capital Uk e Amber Capital Italia Sgr, titolari complessivamente di circa il 7% del capitale delle popolare, sottolineano di avere preso atto “con sconcerto e rammarico” della decisione della banca e valutano “ogni più opportuna iniziativa volta a tutelare gli interessi dei fondi gestiti e dei relativi partecipanti”.

Ieri Pop Sondrio ha motivato la sua decisione rilevando che Amber supera il limite del possesso azionario stabilito dall’articolo 30 del Testo Unico bancario.

Quest’ultimo, in relazione alle banche popolari, stabilisce che i soci non possono possedere oltre l’1% del capitale sociale, tranne alcune eccezioni tra cui gli organismi di investimento collettivo.

Amber, oltre a respingere l’interpretazione della normativa data dalla banca, ricorda che Pop Sondrio “non ha avuto nulla da eccepire” sul superamento della soglia del 5% a partire da novembre 2017, e comunicato all’istituto e alla Vigilanza, “fino ad oggi, quando Amber Capital UK e Amber Capital Italia hanno presentato per i fondi gestiti la domanda di iscrizione al libro soci”.

L’ammissione allo status di socio consente all’azionista di intervenire in assemblea, di votare - secondo il principio del voto capitario valido per le popolari - e di essere eletto alle cariche sociali. Il socio può inoltre presentare una lista per la nomina dei consiglieri nel Cda e dei membri del collegio sindacale.

“Non si può non notare come la decisione assunta dal Cda sia contraria al principio della democrazia azionaria proprio di una società quotata e rappresenti la dimostrazione del fatto che la Banca non intende consentire ad azionisti - che pure hanno investito ingenti capitali nella società - di poter partecipare alla vita sociale ed esercitare i diritti previsti dall’ordinamento”, sottolinea Amber.

Pop Sondrio, insieme a Banca Popolare di Bari, non ha ancora ottemperato alla riforma del 2015 che ha obbligato le banche popolari con oltre 8 miliardi di attivi a trasformarsi in Spa, in attesa di un pronunciamento della Corte di Giustizia che ha aperto una procedura sulla legittimità della riforma.

Andrea Mandalà, in redazione a Roma Francesca Piscioneri

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below