April 13, 2018 / 1:01 PM / in 13 days

Italia, da esteri acquisti netti titoli per 28,7 mld in 2017 -Bankitalia

MILANO, 13 aprile (Reuters) - Nel corso dell’anno 2017 gli investitori esteri hanno acquistato titoli italiani per un valore netto di 28,7 miliardi di euro, a fronte di acquisti di titoli stranieri, da parte di soggetti residenti, per 127,1 miliardi.

È quanto si legge nel secondo numero del 2018 del bollettino economico di Bankitalia.

Il documento spiega che, dopo le vendite nette registrate nel 2016, l’anno scorso gli investimenti esteri hanno riguardato titoli pubblici per 3,6 miliardi e per il resto titoli del settore privato, “in particolare azioni e obbligazioni bancarie”.

Per quel che riguarda gli acquisti di titoli esteri da parte dei residenti, essi rientrano in un “processo di diversificazione internazionale del portafoglio in atto dal 2014”, spiega Bankitalia ribadendo una tendenza già da tempo messa in evidenza. Come in passato, si legge, gli acquisti si sono diretti prevalentemente verso quote di fondi comuni (91,5 miliardi), da parte soprattutto di famiglie, compagnie assicurative, fondi pensione e altri intermediari finanziari. Sono inoltre ripresi gli acquisti di azioni, mentre sono risultati lievemente in calo quelli di titoli di debito.

CALA POSIZIONE DEBITORIA SU ESTERO

Il bollettino rileva inoltre il nuovo lieve ampliamento del debito Target2 dell’Italia nel bimestre febbraio-marzo, dopo che tra maggio 2016 e gennaio di quest’anno il saldo è rimasto pressoché stazionario.

Il passivo Target2 del paese è salito lo scorso febbraio a al nuovo record di 444,421 miliardi di euro, riducendosi poi leggermente in marzo a 442,457 miliardi.

Sulla base dei dati di bilancia dei pagamenti, disponibili fino a gennaio 2018, Bankitalia spiega che la “sostanziale stabilizzazione del saldo ha rispecchiato il surplus del conto corrente e del conto capitale, nonché l’aumento degli acquisti esteri di titoli italiani, a fronte di investimenti in titoli stranieri da parte di residenti e della flessione della raccolta bancaria netta sull’estero”, quest’ultima legata alla liquidità straordinaria assicurata dalla Bce.

Via Nazionale conclude che grazie all’avanzo di conto corrente e di conto capitale (oltre che al contributo positivo degli aggiustamenti di valutazione), a fine 2017 la posizione debitoria netta sull’estero dell’Italia è nuovamente diminuita, al 6,7% del Pil, un valore di quasi 18 punti percentuali inferiore rispetto al picco registrato di marzo 2014.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below