19 maggio 2017 / 11:04 / 6 mesi fa

Risparmio gestito, Assogestioni conferma oltre 1 mld di raccolta dai Pir in trim1

MILANO, 19 maggio (Reuters) - Tra nove fondi di nuova istituzione e sei fondi pre-esistenti i cosiddetti “Pir” registrano una raccolta netta promossa per 1,064 miliardi di euro circa nei primi tre mesi, secondo la mappa trimestrale del risparmio gestito a cura di Assogestioni.

Il dato era stato anticipato dal governo a metà aprile.

Più in generale i fondi nuovi (4 di Eurizon, 2 di Pioneer Investments, 1 di Arca, 1 di Banca Sella e 1 di Anima) avrebbero visto afflussi per 396,2 milioni e quelli pre-esistenti la disciplina dei piani individuali di risparmio e successivamente modificati (dato a fine 2016) per 667,5 milioni con un riparto della raccolta in favore dei bilanciati (391,2 milioni), seguiti dagli azionari (380,7 milioni) e dai flessibili (296 milioni).

Le classi Pir dei due tipi di fondi “Pir compliant”, cioè quella classe la cui sottoscrizione è condizionata al rispetto delle condizioni soggettive e dei limiti agli importi investibili previsti, hanno visto una raccolta netta promossa per 608,7 milioni.

Tornando al sistema nel suo complesso, con un saldo di 8,6 miliardi i fondi obbligazionari hanno continuato a fare la parte del leone quanto a raccolta nel primo trimestre del 2017, che vede gli afflussi complessivi nel sistema accelerare a 16 dai 6 miliardi degli ultimi tre mesi dell‘anno scorso.

Secondo Assogestioni, il periodo vede le sottoscrizioni dei bilanciati (4,61 miliardi) superare quelle dei flessibili (2,7 miliardi).

Nel dettaglio, a catalizzare oltre 7,5 degli 8,6 miliardi di raccolta promossa arrivata sui fondi investiti in reddito fisso sono gli obbligazionari flessibili (da 2,43 miliardi del quarto trimestre 2016) a cui si aggiungono ammontari per 1,6 e 1,9 miliardi intercettati rispettivamente dagli obbligazionari “high yield” e dagli emergenti.

Sul fronte dei bilanciati le sottoscrizioni si suddividono pressoché equamente tra bilanciati (2,4 miliardi circa da 456,3 milioni) e bilanciati obbligazionari (2,15 miliardi da 970,6 milioni). Gli azionari tornano in nero e raccolgono 1,67 miliardi grazie in particolare ai prodotti esposti alle borse internazionali (che triplicano gli afflussi a 1,66 miliardi).

Gli azionari Europa vedono uscire 1,35 miliardi (da -548 milioni), quelli area euro l‘ingresso di 273 milioni (da -230 milioni) e i prodotti “America” hanno subìto riscatti per 255 milioni (da +289 milioni).

Le gestioni di portafoglio infine beneficiano di afflussi pressochè triplicati a 6 miliardi circa verso le gestioni di prodotti assicurativi (4,641 miliardi alle gestioni separate) e di un‘accelerazione della raccolta verso quelle dei patrimoni previdenziali (3,47 miliardi da -1,8 miliardi grazie al saldo dei fondi negoziali che si attesta a 3,39 da -1,88 miliardi).

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below