13 aprile 2017 / 13:58 / tra 7 mesi

PUNTO 1-AC Milan diventa cinese, finisce era Berlusconi

(aggiunge dettagli, conferma da comunicato)

di Elvira Pollina

MILANO, 13 aprile (Reuters) - Si è concluso il tormentato processo di cessione del Milan, che dopo oltre trent‘anni targati Silvio Berlusconi passa in mani cinesi.

Il passaggio di proprietà, confermato da un comunicato ufficiale, è stato siglato in uno studio legale a Milano, dopo che sui conti Fininvest sono arrivati gli ultimi 370 milioni attesi dal veicolo Rossoneri Sport Investment Luxembourg, controllato dal broker cinese Yonghong Li.

Considerando i fondi già versati da quest‘ultimo tramite caparre (250 milioni), la cessione del 99,93% delle quote del club rossonero in mano a Fininvest ha fatto fluire nelle casse della holding della famiglia Berlusconi poco meno di 620 milioni di euro, di cui circa 90 milioni per la copertura delle spese sostenute per la gestione del club degli ultimi mesi. Il Milan viene valutato attorno ai 740 milioni, inclusi i debiti, pari a 220 milioni.

Silvio Berlusconi, cui era stata offerta la carica di presidente onorario, ha deciso di non accettare ma di congedarsi dal mondo del calcio.

La scelta di vendere il club è stata fatta con “con dolore e commozione”, si legge in una nota dell‘ex premier, “ma con la consapevolezza che il calcio moderno... necessita di investimenti e risorse che una singola famiglia non è più in grado di sostenere”.

“Oggi abbiamo completato un passaggio chiave nel percorso di ringiovanimento, e in futuro continueremo a lavorare duro per riportare questa squadra leggendaria in cima al mondo”, è il commento di Yonghong Li, che ha ringraziato Berlusconi per la fiducia.

UN‘OPERAZIONE TORMENTATA

Per saldare l‘ultima tranche del pagamento, Rossoneri Lux ha ricevuto finanziamenti per 180 milioni dal fondo americano Elliott e per 140 milioni di euro dalla banca cinese Huarong, mentre 50 milioni sono riconducibili al patrimonio offshore di Li, ha spiegato una fonte a conoscenza della situazione.

Il fondo Elliott presterà inoltre a Rossoneri Luxembourg altri 123 milioni in due tranche: 73 milioni sotto forma di inter-company loan per finanziare le scadenze a breve termine, e 50 milioni di bridge loan destinati al Milan stesso da utilizzare per investimenti, secondo quanto riferito da due fonti.

Il tasso d‘interesse d‘interesse medio ponderato dei finanziamento concesso da Elliott, coadiuvato dall‘arranger Blue Skye, è di poco inferiore al 10%, dice una fonte a conoscenza dei termini del contratto. A garanzia dei prestiti c‘è lo stesso club. Il business plan della nuova proprietà cinese prevede la quotazione della società in borsa, su una piazza asiatica, anche se non nell‘immediato.

Nella giornata di domani, venerdì 14 aprile, l’assemblea dei soci dell‘AC Milan riunita in prima convocazione provvederà, fra l’altro, a deliberare in ordine alla nomina dei nuovi organi sociali della società.

Nel board, spiega una fonte, oltre a Marco Fassone, amministratore delegato, siederanno Marco Patuano e Paolo Scaroni, in passato ai vertici di Eni e Telecom Italia, e l‘avvocato Roberto Cappelli. In consiglio siederà anche Lu Bo, Ceo di Haixia Capital, inizialmente indicata come investitore e che invece ha poi assunto il ruolo di finanziatore.

Il preliminare di vendita era stato siglato all‘inizio di agosto e l‘affare si sarebbe dovuto concludere entro la fine del 2016, ma la stretta di Pechino sull‘esportazione di capitali ha determinato un doppio rinvio, l‘ultimo all‘inizio di marzo, che ha messo seriamente a rischio l‘operazione. Ma le prime trattative per la cessione del Milan risalgono al 2014.

Rossoneri Sport Investment Lux si è avvalsa di Rothschild & Co. come advisor per gli aspetti finanziari e degli studi Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners e Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners per gli aspetti legali.

Fininvest è stata assistita da Lazard e dallo studio Chiomenti rispettivamente per gli aspetti finanziari e per quelli legali.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below