29 novembre 2016 / 14:42 / 10 mesi fa

Risparmio gestito Italia, Moody's vede opportunità di crescita

29 novembre (Reuters) - Modifiche fiscali, tassi negativi, riforma delle pensioni e vendite di sofferenze saranno i motori della crescita degli asset manager italiani.

Lo afferma Moody’s Investors Service ricordando che l‘industria italiana ha segnato un record in Europa con 15 trimestri consecutivi di afflussi, avvicinando le proprie masse complessive (2.000 miliardi circa) a quelli di paesi come Francia (3.600 miliardi) e Germania (2.800 miliardi).

L‘agenzia di rating ricorda che se è vero che la tassazione delle rendite finanziarie è salita al 26% dal 12,5% sono gli immobili - che rappresentano circa il 65% del patrimonio netto delle famiglie italiane (8.700 miliardi) - ad aver subito l‘aumento fiscale più significativo.

“E’ probabile che gli investitori retail diversificheranno ulteriormente i propri portafogli per includervi un numero maggiore di prodotti gestiti come i fondi comuni”, sottolinea Moody‘s.

Anche lo scenario in evoluzione del sistema previdenziale rappresenta una significativa opportunità per gli asset manager italiani ed esteri che vogliono entrare nel mercato delle soluzioni pensionistiche per datori di lavoro e impiegati.

Il sistema pensionistico pubblico italiano è uno dei più cari dei paesi Ocse con una spesa pari al 15,8% del Pil. Gli italiani non hanno investito in prodotti di previdenza complementare quanto le altre famiglie occidentali essendo stati abituati a dipendere dal primo pilastro come primaria fonte di rendita pensionistica.

Nell‘industria italiana il 64% è gestito per conto di investitori istituzionali - al 75% assicurazioni, la percentuale più elevata fra i paesi europei - con solo il 7% dedicato a fondi pensione, la porzione più bassa in Europa.

Sia retail che istituzionali in Italia investono in maniera preponderante in prodotti o mandati di tipo obbligazionario data la loro tradizionale avversione al rischio.

I gestori di fondi si stanno espandendo nel mercato istituzionale anche con l‘acquisto di sofferenze bancarie.

“Gli schemi governativi disegnati per incoraggiare gli investimenti in npl saranno un catalizzatore di crescita per l‘investimento in debito distressed nei prossimi anni”, osserva Moody‘s.

Nel 2015 il valore delle sofferenze lorde ha toccato un record di 341 miliardi e le vendite si sono impennate del 127% rispetto al 2014.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below