7 marzo 2013 / 13:07 / 5 anni fa

PUNTO 2 - Ppr molto vicina ad acquisizione Pomellato - fonti

(Aggiunge risultati 2012 di Pomellato)

MILANO/PARIGI, 7 marzo (Reuters) - Il colosso francese Ppr è molto vicino all‘acquisizione dell‘italiana Pomellato.

È quanto dicono due fonti vicine alla trattativa.

Il contratto non è stato ancora siglato, secondo le fonti, ma dovrebbe essere questione di ore.

“Ppr è molto, molto vicina a chiudere l‘operazione”, dice una delle fonti. “E’ praticamente fatta”.

Una seconda fonte, di natura bancaria, conferma che Ppr è alle battute finali, aggiungendo che la valutazione si attesta attorno a 350 milioni di euro, ovvero circa 15 volte l‘Ebitda.

La famiglia Damiani, a cui fa capo il 18% del capitale di Pomellato, dice una delle fonti, ha presentato un‘offerta concorrente, affiancata da un operatore di private equity, ma pare che la proposta di Ppr abbia prevalso.

Pomellato è un‘azienda orafa milanese, fondata da Pino Rabolini nel 1967. Con il lancio del marchio Dodo, nel 1995, il gruppo ha compiuto un salto in termini di fatturato.

L‘attuale azionariato di Pomellato Spa vede Ra.MO al 79% e altri azionisti al 21%. Ra.Mo. è la holding che vede come azionisti Rabolini e l‘AD Andrea Morante.

Pomellato, secondo quanto comunicato dalla società, ha archiviato il 2012 con ricavi pari a 146 milioni di euro e un ebitda di 19,8 milioni.

“L‘azienda sta valutando opzioni strategiche per il futuro”, è l‘unico commento di Pomellato.

Il gruppo è già stato al centro, in passato, di voci su interesse da parte di potenziali compratori, industriali e finanziari. Ma la posizione del management è sempre stata quella di proseguire stand-alone, con l‘obiettivo di portare Pomellato a Piazza Affari nel 2014.

Secondo diversi organi di stampa, il dossier Pomellato, oltre che sul tavolo di Ppr e della famiglia Damiani, è stato valutato da Swarovski, Swatch, Prada e Renzo Rosso (Diesel).

Se dovesse andare in porto, l‘acquisizione di Pomellato confermerebbe la volontà di Ppr di crescere in Italia attraverso operazioni straordinarie: si tratterebbe, infatti, della seconda mossa, dopo la società di abbigliamento di alta gamma Brioni (novembre 2011), nel giro di meno di due anni.

Il grande avversario di Ppr in Francia, Lvmh, nel 2011 ha messo le mani su Bulgari.

(Massimo Gaia, Antonella Ciancio e Astrid Wendlandt)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below