4 luglio 2012 / 16:09 / 5 anni fa

BNP AM valuta allungamento scadenze Btp, aumento equity Eurozona

* Curva rendimenti Italia si è irripidita dopo vertice UE

* In Europa si scommette su business esposti a mercati emergenti

MILANO, 4 luglio (Reuters) - Ribilanciamento dell‘esposizione all‘azionario delle due sponde dell‘Atlantico, incremento della scommessa sulle emissioni societarie, spostamento verso scadenze più lunghe sulla curva dei Btp.

Sono questi gli aggiustamenti tattici al vaglio di BNP Paribas Asset Management dopo la svolta dell‘ultimo summit UE secondo quanto illustrato oggi alla stampa dal CEO globale Christian Dargnat.

“Il summit ha cambiato la natura del problema: oggi non c‘è più un rischio di esistenza della zona euro, c‘è solo un rischio di implementazione”, ha detto Dargnat. Ma “bisognerà aspettare qualche mese per capire se gli europei fanno sul serio”.

Nel secondo semestre di quest‘anno i flussi di investimento potrebbero lasciare gli Stati Uniti per tornare verso il Vecchio Continente, spinti dai progressi dell‘Unione nella creazione di un‘unione bancaria mentre, oltreoceano, si intensifica la preoccupazione per la risoluzione del “fiscal cliff” americano. A fine anno, a meno di un intervento correttivo del legislatore, dovrebbero entrare in vigore negli Usa aumenti dell‘imposizione fiscale e tagli automatici della spesa pubblica che eroderebbero il Pil Usa, secondo alcune stime, del 4% nella prima metà del 2013.

“E’ venuto il momento di prendere profitto su Wall Street a favore di azioni dell‘area euro selezionate in base all‘esposizione del business ai mercati emergenti”, ha affermato il CEO.

Passando dall‘equity ai bond, l‘asset manager francese sta riscoprendo il reddito fisso dei mercati emergenti in valuta locale, è cauto sul debito cosiddetto “core” (Bund, Treasuries USA), neutro sui governativi francesi e spagnoli ma positivo sui Btp.

“Siamo fiduciosi sull‘Italia, è interessante comprare Btp a questi livelli se si è investitori di lungo termine”, ha detto Dargnat.

Sulla curva del debito italiana, negli ultimi giorni “i tassi a breve sono scesi moltissimo, meno sulle scadenze lunghe: stiamo valutando di allungare le scadenze fino a cinque anni”, ha aggiunto.

Dal 28 giugno, giorno in cui ha preso il via il vertice UE, i tassi sul due anni sono scesi dal 4,5% al 3,6% di oggi.

TRASFERIMENTO DI SOVRANITA’

Il vertice UE di giovedì e venerdì scorso, a sorpresa, ha sancito la possibilità che il fondo salva-Stati sia in grado di iniettare direttamente liquidità agli istituti di credito oltre che di acquistare sia sul primario che sul secondario governativi di paesi in difficoltà che ne facciano richiesta, senza imporre automaticamente il monitoraggio della troika.

In particolare per Dargnat, con la decisione di consentire all‘Esm (European stability mechanism) di intervenire direttamente per ricapitalizzare le banche in affanno patrimoniale, si è reciso il pericoloso legame fra banche e paesi sovrani; non solo: si è anche iniziato il trasferimento di sovranità necessario a creare una vera e propria unione bancaria. L‘azione diretta dell‘Esm e’ subordinata, infatti, alla creazione di un sistema di sorvegldopo ianza bancaria realmente europeo che dovrebbe vedere la luce entro fine anno.

“La responsabilità si sposta dal livello nazionale al livello europeo”, ha sottolineato Dargnat.

A dover essere finalizzata nei prossimi mesi dovrà essere un‘unione bancaria basata su tre pilastri: supervisione unica, garanzia comune sui depositi e creazione di un framework di regole e strumenti per agire velocemente in caso di crisi di un istituto di credito. A completamento degli interventi, il CEO auspica progressi sul fronte della mutualizzazione del debito della zona euro.

“Gli eurobill sono la maniera più semplice per la Germania di accettare questa mutualizzazione perchè prevedono un impegno di breve durata”, ha affermato Dargnat, riferendosi all‘ipotesi di emissioni comuni di titoli a breve termine.

(Maria Pia Quaglia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below