9 novembre 2011 / 13:38 / tra 6 anni

PUNTO 1-Tassi Btp non rispecchiano fondamentali - BlackRock Italia

* Enorme crisi di fiducia, non risolvibile nel breve senza interventi Bce

* Serve “roadmap” di misure concrete e condivise, tempi chiari

* Oggi tasso decennale sopra 7%, spread con Germania a 575 pb (Aggiunge altre dichiarazioni Rovelli, contesto)

MILANO, 9 novembre (Reuters) - Il livello raggiunto dai rendimenti dei titoli di Stato italiani non riflette i fondamentali macro: il mercato è vittima di una profonda crisi di fiducia che va affrontata con un‘azione politica “concreta, condivisa e con tempi certi”

A dirlo è Bruno Rovelli , responsabile “investments advisory” di BlackRock Italia dopo che la decisione della cassa di compensazione LCH Clearnet SA di alzare il margine iniziale applicato al debito italiano ha scatenato un‘ondata di vendite, spingendo il rendimento del decennale per la prima volta sopra il 7% e allargando lo spread di pari scadenza con i titoli tedeschi a 575 punti base.

“E’ molto difficile spiegare gli attuali rendimenti italiani con i fondamentali, cosa che non si poteva dire per gli altri paesi (che hanno riveuto gli aiuti internazionali)” ha detto, a margine di un incontro con i giornalisti.

“Il paragone non è del tutto appropriato”, ha aggiunto.

Da domani LCH Clearnet SA aumenterà il margine iniziale applicato al debito italiano dai 3,5 ai 5 punti percentuali su tutte le scadenze dei Btp e degli BTPei a seconda della durata, una mossa già vista nei confronti dei bond greci, portoghesi e irlandesi, con cui la società si tutela da eccessivi movimenti al ribasso.

“C’è un‘enorme crisi di fiducia, a breve non risolvibile senza interventi della Bce”, ha aggiunto Rovelli riferendosi agli acquisti che la Banca centrale europea effettua da agosto sul secondario italiano per sostenere i prezzi e contenere lo spread.

DESTINO ITALIA NELLE MANI DEI SUOI POLICYMAKER

Sul mercato pesa oggi anche l‘incertezza sull‘evoluzione dello scenario politico italiano all‘indomani della promessa da parte del premier Silvio Berlusconi che si dimetterà dopo l‘approvazione della legge di stabilità.

L‘uscita di scena di Berlusconi, per Rovelli, da sola non basta a ristabilire la fiducia.

“Si può rientrare da questa situazione solo con un‘azione politica concreta, condivisa e con tempi chiari”, afferma.

Una vera e propria “roadmap” di misure per il consolidamento fiscale e per le riforme strutturali proposta da un esecutivo che abbia la capacità e la coesione di dare delle risposte credibili ai mercati.

Rovelli non esclude che possa trattarsi di un governo transitorio, prima di arrivare a nuove elezioni. Quello che è certo per il manager è che “L‘Italia non è in una situazione in cui il suo destino è fuori dalle mani dei policymaker italiani”.

(Maria Pia Quaglia)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below