September 23, 2019 / 7:28 AM / 2 months ago

Thomas Cook in bancarotta, migliaia di clienti bloccati all'estero

LONDRA, 23 settembre (Reuters) - La più antica società di viaggi al mondo, Thomas Cook, è entrata in liquidazione, abbandonando al proprio destino centinaia di migliaia di turisti nel mondo e costringendo il governo di Londra alla più grossa operazione di rimpatrio mai effettuata in tempo di pace.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha promesso di riportare a casa i cittadini britannici in viaggio e ha rivelato che il governo aveva respinto una richiesta di salvataggio della società per circa 150 milioni di sterline perché avrebbe fornito un incentivo a comportamenti rischiosi (‘moral hazard’).

La società sembrava aver raggiunto un accordo in agosto su una ricapitalizzazione da 900 milioni di sterline con il principale azionista, il conglomerato cinese Fosun e le banche creditrici.

Ma al momento della finalizzazione le banche hanno presentato un’ulteriore richiesta di fondi garantiti per 200 milioni di sterline.

“È una situazione molto difficile e ovviamente i nostri pensieri vanno ai clienti di Thomas Cook, a tutti quei viaggiatori che ora potrebbero avere difficoltà a tornare a casa; faremo del nostro meglio per rimpatriarli”, ha detto il premier ai giornalisti mentre si trovava in viaggio verso New York dove parteciperà all’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

La bancarotta di Cook segna la fine di una delle più antiche società britanniche, nata nel 1841 per organizzare spostamenti ferroviari locali. Sopravvissuta a due guerre mondiali, Thomas Cook é stato un pioniere dei pacchetti vacanze e del turismo di massa.

L’azienda gestiva hotel, resort e compagnie aeree per 19 milioni di persone all’anno in 16 paesi. In questo momento conta 600.000 clienti all’estero così che governi e compagnie assicurative sono costretti a coordinare un’enorme operazione di rimpatrio.

Le foto pubblicate sui social media mostrano gli aerei di Thomas Cook mentre vengono dirottati dai normali stand aeroportuali. Alcuni sono stati abbandonati una volta svuotati da passeggeri ed equipaggi. Dei dipendenti hanno pubblicato foto mentre si allontanano a piedi dai loro ultimi voli.

“Amo troppo il mio lavoro, non voglio che finisca”, ha twittato Kia Dawn Hayward, un membro dell’equipaggio di cabina della compagnia.

Il governo e l’autorità di regolamentazione dell’aviazione civile hanno avvertito che disagi saranno inevitabili a causa della portata della situazione. Tutti i voli della compagnia sono stati cancellati.

Ai clienti è stato detto di non recarsi negli aeroporti fino a quando non sarà stato loro comunicato tramite un sito web creato appositamente - thomascook.caa.co.uk - di aver ottenuto un posto su un volo organizzato dal governo.

Il regolatore britannico sta anche contattando gli hotel che ospitano i clienti di Thomas Cook per dire loro che saranno pagati dal governo, attraverso un regime assicurativo. Alcuni clienti infatti sono stati brevemente trattenuti in un hotel in Tunisia dopo che il personale ha chiesto pagamenti supplementari.

Il collasso aziendale potrebbe potenzialmente innescare situazioni di caos in tutto il mondo, con i vacanzieri bloccati in hotel che non sono stati pagati specialmente in luoghi come Goa, Gambia e Grecia.

A lungo termine, potrebbe anche colpire i settori del turismo nelle maggiori destinazioni della compagnia, come Spagna e Turchia, lasciando i fornitori di carburante senza soldi e costringendo alla chiusura centinaia di agenzie di viaggio nelle principali vie delle città britanniche.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below