27 marzo 2017 / 17:18 / 8 mesi fa

PUNTO 1-Fondo Elliott spinge Ac Milan verso la Cina, impegno da circa 300 mln

(Aggiunge dettagli)

di Maria Pia Quaglia e Elvira Pollina

MILANO, 27 marzo (Reuters) - Il coinvolgimento del fondo statunitense Elliott sembra aver messo in sicurezza il tormentato percorso del Milan verso la Cina, dissipando almeno in parte le nubi che recentemente si erano concentrare sul futuro del club rossonero.

Due fonti vicine alla situazione spiegano che il fondo si è impegnato per un importo di 303 milioni di euro con il veicolo Rossoneri Sport Investment Lux, controllato dal broker cinese Li Yonghong, che ad oggi ha versato a Fininvest caparre per 250 milioni.

Secondo le fonti, Elliott, fondo attivo da quarant‘anni con oltre 30 miliardi di dollari in gestione, presterà al veicolo lussemburghese 180 milioni di euro che serviranno a finalizzare l‘acquisizione da Fininvest il 14 aprile.

A questi ai aggiungeranno, contestualmente al closing, 73 milioni sotto forma di inter-company loan per finanziare le scadenze a breve termine, riducendo l‘esposizione verso le banche, e 50 milioni di bridge loan al Milan stesso da utilizzare per investimenti.

Stamane il Corriere della Sera ha anticipato i dettagli dell‘operazione, indicando pari a 11,5% il tasso d‘interesse applicato sul finanziamento da 180 milioni, mentre sui restanti fondi prestati il Milan dovrà pagare il 7,7%.

Una delle fonti precisa che l‘operazione s‘inquadra in una struttura Gp/Lp (General partner/Limited partner), in cui Elliott svolgerebbe un ruolo di limited partner insieme ad altri finanziatori.

Elliott ha richiesto e ottenuto opportune garanzie riguardo il raggiungimento degli obiettivi del business plan e la copertura dei prestiti.

Tra queste, dice un‘altra fonte, c‘è lo stesso club, per il quale resta in piedi l‘ipotesi di una quotazione su una piazza finanziaria asiatica, anche se non nell‘immediato.

L‘operazione valorizza il Milan 740 milioni di euro, inclusi i debiti. Questi ultimi erano pari a 220 milioni al momento della firma, la scorsa estate, ma al momento si aggirano intorno ai 190 milioni.

Le caparre già versate da Yonghong Li e i finanziamenti di Elliott coprono dunque 430 milioni dei 550 milioni complessivi richiesti per il closing con Rossoneri Sport Investment Lux, che dovrebbe avere disponibili altri 120 milioni di euro circa in ulteriori finanziamenti.

Il prestito da 180 milioni, secondo una delle fonti, è vincolato al versamento dell‘intero importo necessario a chiudere l‘operazione.

Un comunicato diffuso sabato ha peraltro precisato che l‘entità ha perfezionato accordi per la messa a disposizione di tutti i fondi necessari a finalizzare l’acquisizione.

Una delle fonti riferisce che nonostante formalmente Yonghong Li figuri tramite Rossoneri Sport Investment Lux come unico soggetto investitore, resta di fatto rappresentante di un consorzio di investitori “asiatici e non solo cinesi”.

L‘intervento di Elliott si è reso necessario per superare gli impedimenti posti dagli stringenti controlli sui capitali in uscita dalla Cina, che avevano messo a serio rischio l‘operazione.

In particolare le autorità di Pechino hanno posto paletti severi sugli investimenti in sport e entertainment, che hanno determinato numerosi rinvii della finalizzazione del preliminare siglato lo scorso agosto.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below