21 giugno 2012 / 08:23 / 5 anni fa

PUNTO 3-Sorin, manifestazioni d'interesse da finanziari e industriali

(Aggiunge fonti su Apax e Cinven)

MILANO, 21 giugno (Reuters) - Sorin è nel mirino di alcuni operatori di private equity, tra cui Charterhouse, e pure di soggetti industriali, ma, al momento, non c‘è alcuna trattativa, né offerta formale.

E’ quanto si legge in un comunicato congiunto di Mittel ed Equinox, pubblicato in seguito ad indiscrezioni di stampa, che conferma quanto anticipato a Reuters da due fonti.

Mittel ed Equinox hanno ricevuto manifestazioni d‘interesse “da parte sia di investitori finanziari, tra cui Charterhouse Capital Partners LLP, sia di investitori industriali”.

Mittel Equinox Two, Banca Monte dei Paschi di Siena e Unipol, ricorda la nota, hanno stipulato un patto parasociale, che scadrà il prossimo 18 novembre. “I pattisti detengono congiuntamente il 35,739% delle azioni ordinarie Sorin”, di cui la quota Mittel ed Equinox, posseduta indirettamente per il tramite di Bios e Tower 6Bis, è del 25,440%.

In precedenza, due fonti vicine al dossier, riferendosi ad indiscrezioni di stampa, avevano confermato che Sorin è oggetto di avances da parte di potenziali acquisirenti.

“C‘è un interesse diffuso da parte di diversi soggetti”, spiegava una delle fonti. “Ma non c‘è una trattativa (con Charterhouse), né un‘offerta formale”.

Un‘agenzia di stampa ieri ha scritto che Charterhouse ha contattato gli azionisti di riferimento di Sorin, tra cui Mittel ed Equinox, mettendo sul piatto 2 euro per azione. “La cifra (di 2 euro) probabilmente è nella testa di qualche investitore”, precisa una fonte, “ma non è stata condivisa con gli azionisti”.

Un‘offerta di 2 euro per azione valorizzerebbe Sorin circa 960 milioni di euro.

Una delle fonti aggiunge che “almeno altri due fondi sono interessati a Sorin”.

In passato, secondo diverse fonti, il dossier del gruppo biomedicale era finito sul tavolo, tra gli altri, di Apax e Cinven. Oggi due fonti vicine al dossier hanno però detto che i due operatori di private equity non hanno presentato manifestazioni di interesse.

Un settimanale, tempo fa, aveva ipotizzato anche un coinvolgimento del Fondo Strategico Italiano (Fsi), che ha da poco investito in Kedrion.

L‘azionariato di Sorin, secondo quanto si legge sul sito Consob, vede Bios al 19,065% del capitale, MontePaschi al 7,315%, Equinox Two (attraverso Tower 6 Bis) al 6,693%, Ge Capital al 6,380%, Finsoe (Unipol ) al 4,565%, Norges Bank al 2,008% e Zadig Gestion al 2,046%. Bios è un veicolo partecipato pariteticamente da Mittel ed Equinox.

Va ricordato che nel 2010 gli azionisti di riferimento trattarono in esclusiva con una cordata formata da Ares Life Sciences, Essex Woodlands Health Ventures, Intesa Sanpaolo e Alpha Private Equity, ma i negoziati si arenarono.

Non è stato possibile avere un commento da Sorin e dagli altri soggetti coinvolti.

L‘interesse dei fondi ha messo le ali al titolo del gruppo biomedicale, ma la nota dei soci pare aver raffreddato gli entusiasmi: dopo essersi spinto sino a 1,7510 euro, infatti, Sorin guadagna il 9,39%, a 1,6660 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below