28 novembre 2011 / 16:05 / tra 6 anni

PUNTO 1-Risparmio gestito ottobre perde altri 5,8 mld, fondi -4,8 mld

(Aggiunge commento, altri dettagli)

MILANO, 28 novembre (Reuters) - Nuova emorragia dall‘industria del risparmio gestito italiana a ottobre, mese in cui il sistema perde altri 5,8 miliardi di euro, portando il bilancio negativo da inizio anno a sfiorare un rosso per 23 miliardi.

Queste le stime preliminari contenute nella mappa del risparmio gestito di Assogestioni da cui si evidenzia tuttavia un patrimonio stabile a 958,3 miliardi grazie ai rialzi dei corsi del mese scorso.

I riscatti colpiscono soprattutto i fondi (-4,8 miliardi, -5,125 miliardi i soli fondi aperti) senza risparmiare, neppure questo mese, le gestioni di portafoglio, che vedono fuggire circa 1 miliardo di euro, rappresentato tutto dalle gestioni retail (-1,4 miliardi).

Sul fronte dei fondi aperti sono i monetari e gli obbligazionari a subire le fuoriuscite più consistenti: in particolare i prodotti di liquidità raddoppiano il rosso rispetto a settembre, poco sopra i 2 miliardi.

Il segno meno interessa tuttavia, come a settembre, tutte le categorie di fondi anche se frenano in maniera decisa, a -172 milioni da un deflusso per oltre un miliardo, i riscatti sui prodotti azionari.

“Per la prima volta l‘investitore italiano accetta la volatilità dell‘azionario ma il cassettista di Bot e Btp è destabilizzato dalle notizie che arrivano e dall‘andamento dei mercati finanziari”, spiega Saverio Scelzo, Presidente e AD di Copernico SIM. “Chi ha investito nell‘azionario rimane, chi ha investito nell‘obbligazionario e nella liquidità esce e parcheggia la liquidità nei conti di deposito delle banche, anche straniere”.

Copernico fa notare come l‘erosione si concentri ancora una volta sui colossi bancari Intesa Sanpaolo e Unicredit .

“E’ probabile che questo sia frutto delle esigenze di funding della banca che trasferisce le risorse riscattate dai fondi su altri asset come bond della banca e titoli di stato”, spiega Scelzo.

Ottobre segna un altro mese difficile anche per i fondi di di diritto estero - che perdono quasi altri 2 miliardi di euro dopo il -1,54 miliardi di settembre - anche se il saldo da inizio anno resta positivo per 4,7 miliardi. Persistono le pressioni sui prodotti domiciliati in Italia, che il mese scorso hanno registrato riscatti per 3,2 miliardi aggravando il già pesante bilancio 2011 (-24,95 miliardi).

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Francesca Landini

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below