April 23, 2020 / 9:05 AM / a month ago

Zona euro, attività economica quasi completamente ferma ad aprile - Pmi

LONDRA, 23 aprile (Reuters) - L’attività economica della zona si è quasi completamente fermata questo mese, con l’epidemia di coronavirus in tutto il mondo che ha costretto i governi a imporre misure di lockdown e le aziende a chiudere.

E’ quanto emerge dall’indagine flash Pmi diffusa oggi.

Il coronavirus ha infettato oltre 2,57 milioni di persone in tutto il mondo uccidendone oltre 178.000. Con i cittadini che rimangono confinati a casa l’attività economica è crollata.

Il Pmi composito flash di Ihs Markit, considerato un indicatore dello stato di salute dell’economia, questo mese è precipitato a 13,5, di gran lunga la lettura più bassa da quando è iniziata l’indagine a metà 1998 e notevolmente al di sotto di tutte le previsioni di un sondaggio Reuters.

La previsione più pessimista del sondaggio indicava una lettura di 18,0.

Con i paesi di tutti il mondo che hanno iniziato a imporre misure restrittive il mese scorso, l’indice a marzo ha segnato il maggiore calo mensile, scendendo sotto la soglia dei 50 che separa la crescita dalla contrazione a 29,7.

“Aprile ha visto danni senza precedenti all’economia della zona euro a causa delle misure di lockdown anti-coronavirus cui si somma il calo della domanda globale”, osserva Chris Williamson, chief business economist di Ihs Markit.

“La ferocia della crisi ha anche superato quanto la maggior parte degli economisti potesse immaginare”.

Williamson ha sottolineato che il Pmi è coerente con una contrazione dell’economia del 7,5% in questo trimestre. Un sondaggio Reuters pubblicato ieri aveva stimato una contrazione del 9,6%.

La domanda si è ridotta ai minimi termini questo mese, il personale ha visto tagli record e le aziende hanno ridotto i prezzi a uno dei ritmi più alti dall’inizio del sondaggio.

Non sorprende quindi che anche l’ottimismo sia risultati ai minimi dell’indagine. Il sottoindice sulla produzione futura, che è si quasi dimezzato il mese scorso, si è attestato a 34,5.

Con ristoranti, bar e altre attività ricreative tutte chiuse, le vacanze annullate e le restrizioni agli spostamenti, la situazione nel settore dei servizi, dominante nella zona euro, è sconfortante. Il Pmi servizi flash è sceso a nuovi minimi record di 11,7 da 26,4.

L’indice delle nuove attività è sceso a un minimo storico di 11,6 da 24,0 e le aziende hanno completato richieste in sospeso al tasso più sostenuto nella storia del sondaggio.

A minimi storici anche il Pmi manifatturiero, scivolato a 33,6 da 44,5 di marzo.

Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, camilla.caraccio@thomsonreuters.com, +48587721396

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below