March 18, 2020 / 2:49 PM / 4 months ago

Ue, gestori tlc condividono con autorità dati movimenti per bloccare coronavirus

MILANO/BERLINO, 18 marzo (Reuters) - Alcuni gestori di telefonia mobile europei stanno condividendo dati sugli spostamenti delle persone con le autorità sanitarie in Italia, Germania e Austria, nel tentativo di frenare il coronavirus attraverso il monitoraggio del rispetto delle restrizioni di movimento, pur rispettando allo stesso tempo la normativa sulla privacy europea.

I dati, anonimi e aggregati, consentono di tracciare le concentrazioni e i movimenti delle persone all’interno dei territori colpiti dall’epidemia.

Si tratta di un approccio meno invasivo rispetto a quello adottato in paesi come Cina, Taiwan e Corea del Sud, che invece utilizzano le letture della posizione dello smartphone per rintracciare i contatti delle persone che sono risultate positive o per far rispettare gli ordini di quarantena.

L’approccio asiatico ha mostrato risultati impressionanti. In Europa, tuttavia, vi è più enfasi sul monitoraggio del rispetto dei blocchi posti per rallentare la pandemia.

In Germania, dove le scuole e i ristoranti stanno chiudendo e alle persone è stato detto di lavorare a casa se possibile, i dati messi a disposizione da Deutsche Telekom offrono informazioni sul rispetto delle norme da parte dei cittadini, ha dichiarato il presidente dell’Istituto Robert Koch, Lothar Wieler.

“Se le persone si muovono in maniera simile a quanto visto fino a una settimana fa, sarà difficile contenere il virus”, ha dichiarato Wieler.

La Germania sta entrando nella fase acuta dell’epidemia, ha aggiunto Wieler, avvertendo che senza progressi nella riduzione dei contatti da persona a persona, fino a 10 milioni di persone potrebbero essere infettate in due o tre mesi.

I casi di coronavirus della Germania sono balzati di oltre 1.000 durante la notte a 8.198. Dodici le vittime.

ITALIA, AUSTRIA

In Italia, i gestori di telefonia mobile come Telecom Italia , Vodafone e WindTre, hanno offerto alle autorità dati aggregati per monitorare gli spostamenti.

La regione Lombardia sta utilizzando i dati per valutare il rispetto delle restrizioni introdotte per limitare il contagio.

Gli spostamenti da casa superiori a 300-500 metri sono diminuiti di circa il 60% dal 21 febbraio, quando è stato scoperto il primo caso nell’area di Codogno, secondo i dati messi resi noti ieri sera dal vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala.

“Laddove tecnicamente possibile e legalmente consentito, Vodafone sarà disposta ad assistere i governi nello sviluppo di sistemi di monitoraggio basati su masse di dati anonimi”, ha detto Nick Read, CEO del gruppo.

Telekom Austria, operante con il marchio A1, sta condividendo i risultati di un’applicazione di analisi del movimento sviluppata da Invenium, uno spin-off dell’Università di Tecnologia di Graz.

Lo strumento è conforme al Regolamento generale sulla protezione dei dati, che limita il trattamento nell’Ue di dati personali sensibili senza il consenso esplicito del proprietario.

“Con questi dati è possibile visualizzare i flussi di movimento di gruppi di persone”, ha detto la portavoce di A1, Livia Dandrea-Boehm.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below