December 3, 2019 / 9:53 AM / 13 days ago

UniCredit, sindacati chiedono intervento governo su esuberi

MILANO/ROMA, 3 dicembre (Reuters) - I sindacati bancari sono sul piede di guerra dopo che UniCredit ha annunciato nel suo nuovo piano al 2023 altri 8.000 esuberi e chiedono che il governo intervenga a tutela dei posti di lavoro e degli interessi del Paese.

“Il piano industriale così com’è non può nemmeno essere preso in considerazione”, scrive in una nota Lando Maria Sileoni, segretario generale della FABI, il primo sindacato dei bancari. “Pronto a un confronto pubblico, la politica intervenga nell’interesse del Paese”.

“Ribadiamo che non esistono esuberi nel Gruppo UniCredit, come testimonia il continuo crescente carico di lavoro e di responsabilità di chi oggi è in servizio”, dice in una nota Massimo Masi, segretario generale di Uilca.

“Come per l’Ilva e i casi di crisi aziendali, chiediamo una forte presa di posizione da parte del Governo”, aggiunge. (Gianluca Semeraro, Stefano Bernabei, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below