May 15, 2020 / 9:32 AM / 20 days ago

Btp poco mossi, Pil tedesco male in trim1 ma peggio deve ancora venire

    MILANO, 15 maggio (Reuters) - Situazione distesa sul secondario italiano in
tarda mattinata, con analisti e investitori che restano alla ricerca di spunti
di fronte a un quadro macro a tinte plumbee ma soprattutto destinato a ulteriore
deterioramento.
    ** La prima stima sul prodotto interno lordo tedesco al 31 marzo -- quindi
con ricadute soltanto parziale dell'emergenza coronavirus -- mostra una battuta
d'arresto di 2,2%, perfettamente in linea alle attese ma pur sempre il peggior
risultato dalla crisi finanziaria del 2009.
    ** Se lievemente meglio delle attese risulta la dinamica tendenziale, un
messaggio chiaro arriva dallo stesso istituto di statistica federale, che
avverte come la prospettiva per il secondo trimestre sia di una contrazione
economica intorno al 10% per la locomotiva della zona euro.
    ** Allargando lo sguardo all'intera unione monetaria, la frenata del Pil nei
primi tre mesi dell'anno appena diffusa da Eurostat parla di 3,8% su trimestre e
3,2% su anno, anche in questo caso identica al consensus a livello congiunturale
e di un decimo migliore a perimetro tendenziale.
    ** Si commentano da soli i numeri Istat sul fatturato e gli ordinativi
industriali di marzo, peraltro in coerenza con l'ultimo dato sulla produzione
diffuso lunedì.
    ** Inchiodati prezzi e rendimenti della carta italiana, con il differenziale
su Germania fermi in area 235 punti base dopo un'oscillazione limitata a un paio
di centesimi.
    ** Nelle ultime sedute della settimana -- fanno notare gli operatori -- la
prassi consolidata da qualche tempo prevede maggiori interventi da parte delle
banche centrali.
    ** Prevale per lo meno al momento un clima di minore avversione al rischio,
come dice anche il recupero dei listini azionari. Passano in qualche modo in
secondo piano le minacce di Donald Trump di interrompere i rapporti con Pechino,
cui si tende a dare una valenza primariamente politica di campagna elettorale.
    ** Attesa a breve la comunicazione del Tesoro sulla cedola minima garantita
del nuovo Btp Italia maggio 2025, la cui offerta agli investitori retail si apre
lunedì mattina.
    
 11,20                    RIC                PREZZO     VAR.       REND.%
 FUTURES BUND GIU.                           173,92     0,27       
 FUTURES BTP GIU.                            138,31     0,17       
 BTP 2 ANNI (APR 22)                         100,5      0,02       0,688
 BTP 10 ANNI (APR 30)                        95,99      0,13       1,803
 BTP 30 ANNI (SET 50)                        96,10      0,33 4     2,655
                                                                   
 SPREAD (PB)              RIC                ODIERNA    PRECED.    
 TREASURY/BUND 10 ANNI                       116,3      115,0      
 BTP/BUND 2 ANNI                             145,8      145,3      
 BTP/BUND 10 ANNI                            235,1      235,4      
 valore                   minimo             232,6                 
 valore                   massimo            236,9                 
 BTP/BUND 30 ANNI                            277,2      278,2      
 BTP 10/2 ANNI                               116,7      118,4      
 BTP 30/10 ANNI                              86,4       86,6       
 
 (Alessia Pé, in redazione a Milano Sabina Suzzi)
  
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below