May 12, 2020 / 10:22 AM / 3 months ago

A2A, utile netto +8% in trim1, Mol piatto a 331 mln, ricavi -19%, pesa effetto Covid

MILANO, 12 maggio (Reuters) - A2A chiude il primo trimestre con un margine operativo lordo stabile a 331 milioni di euro da 328 milioni nel primo trimestre 2019 e con un utile netto di Gruppo a 112 milioni, in crescita dell’8% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente.

E’ quanto si legge in una nota della multiutility di Milano e Brescia.

Il primo trimestre del 2020 è stato caratterizzato dall’inizio dell’emergenza legata alla diffusione del virus Covid-19, che, a partire dal mese di marzo, ha comportato ricadute sul quadro economico e finanziario mondiale, spiega la società.

I risultati economico/finanziari del primo trimestre sono stati influenzati sia dal debole scenario energetico sia dai primi effetti direttamente collegabili all’emergenza sanitaria. Nonostante il contesto caratterizzato da un calo della domanda e da dinamiche di prezzo fortemente critiche, i risultati sono stati comunque soddisfacenti, sottolinea il gruppo energetico.

Nei primi tre mesi del 2020, i ricavi sono risultati pari a 1.707 milioni, in diminuzione del 19,1% rispetto ai primi tre mesi dell’anno precedente. La diminuzione dei ricavi è prevalentemente riconducibile ai minori prezzi e ai volumi intermediati sui mercati all’ingrosso sia di elettricità sia di gas, nonché ai minori ricavi da vendita gas ai clienti finali, spiega A2A. La posizione finanziaria netta al 31 marzo risulta pari a 3.297 milioni di euro (3.154 milioni di euro al 31 dicembre 2019). Escludendo gli impatti derivanti dalle variazioni di perimetro la Pfn al 31 marzo 2020, si attesta a 3.157 milioni.

Il comunicato della superutility lombarda ribadisce quanto già comunicato ieri relativamente agli effetti nel primo trimestre dell’emergenza Covid 19 a partire dal mese di marzo e degli effetti indiretti, in particolar modo sui prezzi delle commodities, dal mese di febbraio.

“I prezzi forward delle commodities continuano ad essere deboli, seppure in ripresa nell’ultimo quarter del 2020 e A2A ritiene ragionevole che gli effetti negativi del “lock down” potranno generare maggiori impatti nel corso dei prossimi trimestri”.

Si ritiene che il gruppo riuscirà comunque a raggiungere, nel 2020, risultati economici positivi e soddisfacenti, sostanzialmente in linea con le attese, nonché a mantenere una equilibrata struttura del capitale.

Giancarlo Navach, in redazione a Milano Gianluca Semeraro

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below