May 11, 2020 / 11:31 AM / 17 days ago

PUNTO 1-Italia, produzione industria sprofonda a marzo, analisti vedono nero

 (Aggiunge dettagli e contesto, cambia titolo)
    ROMA, 10 maggio (Reuters) - La produzione industriale
italiana ha registrato un crollo senza precedenti a marzo, tra
le pesanti restrizioni alle attività imposte dall'epidemia di
Covid-19, mentre gli analisti stimano che il peggio debba ancora
arrivare.
    Secondo dati diffusi stamani da Istat - nella sua prima
valutazione quantitativa dell’impatto dell’emergenza sul settore
industriale - la produzione ha segnato un tonfo congiunturale
del 28,4% dopo il -1% di febbraio. 
    La flessione tendenziale è stata anch'essa record, con un
-29,3% dal -2,3% del mese prima. Su base annuale, si tratta
della tredicesima contrazione consecutiva.
    Le attese degli analisti erano negative ma non fino a questo
punto (-20% m/m, -20,7% a/a), considerato anche che le misure di
lockdown sono state implementate a partire dal 9 marzo. 
    Proprio per questo, nelle previsioni, il dato peggiorerà
nettamente ad aprile, con alcuni istituti che ipotizzano per
questo mese un dimezzamento della produzione, con forti ricadute
negative sul Pil. 
    Istat segnala che in marzo tutti i principali settori di
attività economica registrano contrazioni tendenziali e
congiunturali "in molti casi di intensità inedite": nella
fabbricazione di mezzi di trasporto e nelle industrie tessili,
abbigliamento, pelli e accessori la caduta supera ampiamente il
50%. Relativamente meno accentuato è il calo nelle industrie
alimentari, bevande e tabacco che, considerando la media degli
ultimi tre mesi, mantengono una dinamica tendenziale positiva.
    Il dato risulta nel suo complesso ben peggiore di quello
visto a marzo nei principali paesi europei (Francia -16%, Spagna
-12%, Germania -9%). 
    Nella media del primo trimestre dell'anno, il livello
destagionalizzato della produzione italiana diminuisce dell'8,4%
rispetto ai tre mesi precedenti.
    In questo quadro, che Prometeia definisce senza mezzi
termini "drammatico", l'istituto di consulenza ipotizza in un
report un ribasso della produzione del 46% ad aprile e -
nonostante un rimbalzo tra maggio e giugno - un -28,4% come
bilancio nel secondo trimestre             .
     L'impatto sul Pil della sola caduta della manifattura,
spiega il comunicato, sarà nell'ordine del 5%, cui andranno
sommate le contrazioni di altri settori come quello delle
costruzioni e, in particolare, dei servizi. Secondo le stime
rese note stamani dal Cerved, le imprese italiane perderanno
quest'anno fino al 18% del fatturato (circa 475 miliardi di
euro) a causa del coronavirus             .    
    Il Pil si è contratto del 4,7% nel primo trimestre
            , mentre gli analisti assumono in media un calo del
10% quest'anno, sempre a patto che il rimbalzo dell'economia nel
secondo semestre sia robusto. 
    Secondo un report di Oxford Economics, l'intensificarsi del
lockdown a partire dalla seconda metà di marzo peserà ancora di
più su produzione e Pil nel secondo trimestre, con una
contrazione del prodotto interno lordo che si porterà all'11%.
    Anche gli indicatori sul Pmi di aprile hanno toccato livelli
minimi senza precedenti, mentre gli analisti inglesi ipotizzano
che il Pil riesca a tornare ai livelli del quarto trimestre 2019
solo nel 2023.
    Nel quadro programmatico del Def, il governo stima per il
2020 una decrescita dell'8%, con rischi al ribasso, accompagnata
da un deficit/Pil a oltre il 10% e un debito sopra al 155%
            .
    
    Seguono i dettagli forniti da Istat:


    PRODUZIONE INDUSTRIALE                 mar     feb     gen
    Variazione % m/m (destag.)            -28,4   -1,0r    3,6 
    Variazione % a/a (corr. per calend.)  -29,3   -2,3r   -0,2 
    Variazione % a/a (grezzo)             -27,1   -1,6r   -3,3 

    NOTA: BASE 2015=100.
    'r'=revisioni
    
    Istat ha fornito i seguenti dati sulla produzione per
raggruppamento principale di industrie (% su mese):

    Beni di consumo     -27,2
    Beni strumentali    -39,9
    Beni intermedi      -27,3
    Energia             -10,1

    

 (Valentina Consiglio, in redazione a Roma Antonella Cinelli)
  
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below