May 8, 2020 / 10:30 AM / 22 days ago

Francia propone a Ue Recovery Fund da 150-300 mld l'anno in 2021/2023

BRUXELLES, 8 maggio (Reuters) - Parigi propone alla Commissione europea l’emissione di strumenti di debito per finanziare il ‘Recovery Fund’ dell’Unione europea dell’importo annuo tra 1 e 2% del prodotto nazionale lordo — vale a dire tra 150 e 300 miliardi di euro — nel triennio 2021/2023.

Lo si legge in un documento di cui Reuters ha preso visione.

La soluzione francese si inserisce nel più ampio dibattito su come rilanciare l’economia europea dopo la crisi dell’epidemia di coronavirus.

Nella settimana che si apre il 18 maggio la Commissione deve presentare formalmente una nuova bozza del bilancio Ue per il periodo tra il 2021 e il 2027 insieme alle linee guida del Recovery Fund.

“L’importo deve essere di almeno tra 1% e 2% del prodotto nazionale lordo Ue l’anno dal 2021 al 2023” scrive il documento.

“I finanziamanti agli stati membri potrebbero contribuire a colmare le distanze [tra singoli] ma devono restare un’aggiunta ai contributi a fondo perduto. Per garantirne il massimo valore aggiunto, i nuovi prestiti dovrebbero avere un periodo di grazia, una scadenza molto lunga e tassi ridotti... è inoltre della massima importanza che il fondo venga reso operativo al più presto, idealmente prima dell’entrata in vigore del nuovo bilancio Ue” aggiunge. (In redazione a Milano Cristina Carlevaro)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below