April 30, 2020 / 9:27 AM / 3 months ago

PUNTO 1-Istat: occupazione marzo tiene nonostante Covid, disoccupazione giù su boom inattivi

    * Disoccupazione a minimi da 2011 su forte calo persone in
cerca
di lavoro 
    * Occupazione tiene grazie anche a misure anti-crisi governo
    * Dati provvisori per difficoltà realizzazione indagine
dovuta a
Covid

 (Aggiunge dettagli, contesto)
    di Valentina Consiglio
    ROMA, 29 aprile (Reuters) - Il tasso di disoccupazione
italiano scende all'8,4% a marzo dal 9,3% rivisto di febbraio -
con il numero delle persone in cerca di lavoro in netto calo a
causa del lockdown - mentre l'occupazione tiene nonostante le
ripercussioni economiche del coronavirus, anche grazie ai
provvedimenti del governo.
    E' quanto riferisce Istat oggi, nei primi dati sul mercato
del lavoro che contemplano gli effetti della pandemia scoppiata
in Italia a fine febbraio e che ha ucciso da allora più di
27.000 persone, infettandone oltre 200.000.
    "A marzo 2020, nonostante l'emergenza COVID-19,
l'occupazione ha registrato una sostanziale tenuta, anche per
effetto dei decreti di sostegno all'occupazione e ai lavoratori
per la difesa del lavoro e del redditi", commenta Istat nel
comunicato, segnalando però che l'indagine ha risentito degli
ostacoli che l'emergenza sanitaria pone alla raccolta dei dati e
sottolineando il carattere provvisorio delle stime presentate
che potranno subire revisioni sulla base di ulteriori analisi. 
    Il calo della disoccupazione, ai minimi dal 2011, non era
previsto dagli analisti - che si aspettavano piuttosto un rialzo
a 10,5% - e si accompagna ad una marginale contrazione
dell'occupazione (58,8% a marzo da 58,9 del mese prima) e alla
decisa crescita del tasso di inattività (35,7% da 34,9%,
+301.000 unità).
    Anche il tasso dei senza lavoro nella fascia di età 15-24
anni, ovvero l'incidenza dei giovani disoccupati sul totale di
quelli occupati o in cerca di lavoro, scende al 28% dal 29,2
rivisto di febbraio.
    La lieve diminuzione dell’occupazione registrata a marzo
(-0,1% pari a -27mila) coinvolge sia le donne (-0,2%), sia gli
uomini (-0,1%), così come la forte diminuzione delle persone in
cerca di lavoro (nel complesso -11,1% pari a -267.000 unità) che
ha contribuito a spingere così in basso il tasso di
disoccupazione.
    Confrontando il trimestre gennaio-marzo 2020 con quello
precedente, l’occupazione risulta comunque in evidente calo
(-0,4%, pari a -94.000 unità) per entrambe le componenti di
genere. Nello stesso periodo calano anche le persone in cerca di
occupazione (-5,4% pari a -133.000) e aumentano gli inattivi tra
i 15 e i 64 anni (+1,5% pari a +192.000 unità).
    Nell’arco dei dodici mesi, alla diminuzione degli occupati
si accompagna il calo dei disoccupati (-21,1%, pari a  571.000
unità) e l’aumento degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (+4,4%,
pari a +581.000).
    L'economia italiana ha subito pesanti contraccolpi dalle
misure restrittive imposte dal governo dagli inizi di marzo a
causa del virus, mentre il lockdown comincerà ad essere
gradualmente allentato a partire dalla prossima settimana
            .
    In mattinata Istat renderà noti anche gli attesissimi dati
sul Pil del primo trimestre. Secondo un panel di 27 economisti
sentiti da Reuters, il prodotto interno lordo dovrebbe segnare
una contrazione congiunturale del 5% dopo il -0,3% registrato
nell'ultimo trimestre dello scorso anno. 
    Nel Def presentato nei giorni scorsi, l'esecutivo prevede un
ribasso del Pil del 5,5% nei primi tre mesi dell'anno e una
contrazione economica dell'8% nell'intero 2020 a legislazione
vigente. Nello stesso documento, il governo ipotizza che il
tasso di disoccupazione salga quest'anno all'11,6% dal 10% del
2019             .
    Con il decreto "Cura Italia", approvato poco dopo lo scoppio
dell'epidemia, Palazzo Chigi ha stanziato circa 5 miliardi per
gli ammortizzatori sociali destinati ai lavoratori vittime delle
chiusure di massa, semplificando le procedure e alleggerendo i
controlli sulle aziende richiedenti, ma la cassa integrazione
per molti continua ad essere un miraggio             . 
     
    Di seguito i dati forniti da Istat

                                MAR     FEB     GEN     
 TASSO DISOCCUPAZIONE           8,4     9,3r    9,5r    
 TASSO DISOCC. GIOVANI (15-24) 28,0    29,2r   29,1r  
 TASSO OCCUPAZIONE (15-64)     58,8    58,9    58,9r
    'r'=rivisto

 (Valentina Consiglio, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)
  
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below