April 20, 2020 / 8:35 AM / in 4 months

Macchine utensili, ordini trim1 -11%, su mercato interno -41% - Ucimu

MILANO, 20 aprile (Reuters) - Nel primo trimestre del 2020 gli ordini di macchine utensili sono calati dell’11% rispetto a un anno prima, con un tonfo in particolare degli ordinativi raccolti dai costruttori sul mercato interno (-41,3%).

È quanto emerge dall’ultima rilevazione del Centro Studi & Cultura dell’Ucimu, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione.

La raccolta ordini oltre confine è invece scesa del 4,4%, con un dato penalizzante a marzo dopo due mesi positivi, si legge in una nota.

“La situazione per i costruttori italiani non può che peggiorare visto che le nostre fabbriche sono chiuse ormai da parecchie settimane, mentre molti dei nostri competitors - tedeschi in testa - continuano a lavorare e quindi possono rispondere positivamente alle richieste del mercato internazionale”, dice il presidente di Ucimu Massimo Carboniero nella nota.

“Ora a più di quattro settimane dal lockdown, considerato che molte imprese stanno già operando secondo le misure definite dalle autorità di governo nel Dpcm del 14 marzo, chiediamo che anche noi costruttori di macchine utensili, robot e automazione si possa riprendere la nostra attività seguendo gli stessi protocolli. Tutte le nostre imprese hanno investito risorse per rendere sicuri i luoghi di lavoro incrementando gli standard di sicurezza nelle nostre fabbriche che, è bene ricordarlo, non sono certo labour intensive”, conclude.

Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Cristina Carlevaro

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below