March 18, 2020 / 10:39 AM / 17 days ago

Btp sprofondano, peggio di zona euro, pesano timori liquidità, impatto coronavirus

    MILANO, 18 marzo (Reuters) - Nonostante i pacchetti di aiuti all'economia
globale messi in campo dai vari governi e dalle banche centrali, il mercato sta
vivendo un'altra seduta di vendite massacranti con lo spread Btp-Bund che ha
sfondato la soglia dei 300 punti base e il tasso del decennale quella del 3%.
    ** A innescare il nuovo sell-off -- che vede i futures sui Btp in scadenza a
giugno arrivare a perdere oltre 6 figure -- secondo analisti e banchieri sono i
timori per le condizioni di liquidità del mercato nonché quelli per l'economia
italiana.
    ** Secondo un operatore inoltre è partita una serie di 'stop loss' sui
futures in assenza di ordini in acquisto che potevano supportare il flusso in
vendita mentre un altro attribuisce il movimento all'onda lunga delle
dichiarazioni della presidente Bce Christine Lagarde di giovedì scorso.
    ** Lo spread si è spinto al massimo da fine novembre 2018 e il tasso
decennale a quello da dicembre dello stesso anno. Secondo dati Refinitiv il
tasso del decennale italiano si prepara al peggior rialzo giornaliero dalla
crisi del 2011.
    ** A nulla sono valse le nuove dichiarazioni della Bce che ha ribadito,
attraverso diversi esponenti, di essere pronta a intervenire ancora se
necessario e la marcia indietro del consigliere e governatore austriaco Holzmann
che ha chiarito che Francoforte non ha ancora raggiunto i limiti della politica
monetaria, al contrario di quanto detto in precedenza alla stampa locale.
    ** Il mercato era partito con un 'mood' di minor avversione al rischio di
quella vista ultimamente, con il tasso del decennale tedesco salito al massimo
di oltre un mese su piattaforma Refinitiv, dopo che alla conferenza di ieri dei
leader Ue il premier Giuseppe Conte aveva proposto l'introduzione di coronavirus
bond per fronteggiare gli effetti della pandemia. 
    ** A sostegno della parte breve della curva, l'operazione di concambio del
Tesoro per massimi 4 miliardi che vedrà Via XX Settembre emettere tre Btp con
scadenza 15 ottobre 2023 (cedola 0,65%), 15 maggio 2024 (1,85%) e 15 novembre
2024 (1,45%) e il riacquisto del Btp 15 luglio 2022, cedola 1%. 
    

   
 ore 11:30                RIC                PREZZO     VAR.       REND.%
 FUTURES BUND GIU.                           169,55     -2,38      
 FUTURES BTP GIU.                            126,01     -4,79      
 BTP 2 ANNI (DIC 21)                         100,323    -0,867     1,860
 BTP 10 ANNI (APR 30)                        87,122     -3,982     2,852
 BTP 30 ANNI (SET 49)                        114,645    -6,211     3,104
                                                                   
 SPREAD (PB)              RIC                ODIERNA    PRECED.    
 TREASURY/BUND 10 ANNI                       141,8      132,2      
 BTP/BUND 2 ANNI                             278,2      237,8      
 BTP/BUND 10 ANNI                            312,8      282,1      
 valore                   minimo             274,8                 
 valore                   massimo            325,8                 
 BTP/BUND 30 ANNI                            308,8      295,9      
 BTP 10/2 ANNI                               99,2       99,0       
 BTP 30/10 ANNI                              25,2       46,9       
    

 (Sara Rossi, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)
  
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below