February 20, 2020 / 3:53 PM / a month ago

PUNTO 1-Ubi, offerta Intesa così come prospettata ostile e inaccettabile - soci Car

(Aggiunge dettagli, background)

di Andrea Mandala

BERGAMO, 20 febbraio (Reuters) - Il patto di consultazione Car, che aggrega circa il 18% del capitale di Ubi Banca , ritiene l’offerta annunciata da Intesa Sanpaolo , così come prospettata, inaccettabile.

E’ quanto dichiarano i soci del patto, che comprende alcune fondazioni e famiglie imprenditoriali di Bergamo e Brescia, al termine di riunione tenutasi stamane a Bergamo, che ha deliberato all’unanimità.

Intesa Sanpaolo lunedì sera ha lanciato un’offerta pubblica di scambio da 4,86 miliardi di euro su Ubi Banca con un’operazione tesa a consolidare ulteriormente il settore del credito in Italia.

“L’Ops di Intesa-Unipol, come prospettata, appare ostile, non concordata, non coerente con i valori impliciti di Ubi e dunque inaccettabile”, affermano i soci del ‘Comitato azionisti di riferimento” di Ubi.

“Gli azionisti riuniti nel Car ritengono di dover tutelare il loro investimento e la banca con i suoi territori di riferimento e si sono impegnati in un progetto di medio e lungo periodo”, aggiungono.

Intesa Sanpaolo ha subordinato la propria offerta carta contro carta — che ai valori di venerdì scorso valorizzava Ubi 4,254 euro per azione — all’acquisizione di almeno il 66,67% del capitale della banca guidata da Victor Massiah, riservandosi di accettare una soglia più bassa ma comunque non inferiore al 50% più una azione.

Il Car non esclude di aumentare la propria quota nel capitale di Ubi, ha detto al termine della riunione odierna Mario Cera, uno dei membri del comitato di presidenza del patto nato lo scorso settembre per porsi come un interlocutore di riferimento del management di Ubi nelle materie di particolare importanza, come eventuali operazioni straordinarie.

“Non escludiamo nulla”, ha detto Cera.

Il patto, di cui possono fare parte azionisti che abbiano almeno l’1% del capitale di Ubi, è composto da Fondazione Crc (5,908%), Fondazione Banca del Monte di Lombardia (3,95%), Polifin e famiglia Bosatelli (2,85%), Next Investment (famiglia Bombassei, 1,005%), P4p Int e famiglia Pilenga (1,001%), Radici Group e famiglia Gianni Radici (1,047%), Scame e famiglia Andreoletti (1,011%) e Upifra (famiglia Beretta).

Nei giorni scorsi lo stesso patto aveva anticipato una probabile crescita della propria quota complessiva fino al 20% con l’ingresso di altri piccoli soci storici della banca, soglia che garantirebbe altri piccoli spazi di manovra senza rischiare di superare la soglia del 25% che farebbe scattare l’obbligo di Opa.

L’AD di Intesa Sanpaolo Carlo Messina presentando l’operazione si era detto fiducioso sull’esito positivo dell’offerta vista anche la forte presenza di investitori internazionali nel capitale della banca, pari a circa il 50% del capitale.

“Così è irricevibile”, ha risposto il presidente della Fondazione Crc, Giandomenico Genta, a chi gli chiedeva se i soci fossero disposti ad accettare un prezzo più alto di quanto offerto da Intesa.

Messina ha ribadito oggi che ci sono “zero probabilità” che Intesa Sanpaolo alzi il prezzo dell’offerta.

“Questa mattina abbiamo pensato molto al personale di Ubi, che è il suo patrimonio”, ha detto Cera.

“Vogliamo tutelare la banca cosi com’è. Le fondazioni socie di Ubi hanno dei contenuto sociali, non esiste solo il valore delle azioni, esistono anche i territori”.

Ieri il cda di Ubi ha dato mandato a Massiah di nominare gli adviser finanziari e legali che assisteranno la banca nella valutazione dell’offerta, con le possibili alternative.

La scelta dovrebbe ricadere su Credit Suisse, come ha confermato lo stesso Genta, mentre al momento il patto non prevede la nomina di un proprio adviser.

In redazione a Milano Sabina Suzzi

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below