January 21, 2020 / 10:14 AM / 6 months ago

PUNTO 1-Digital tax, tregua Francia-Usa ma per Le Maire colloqui "difficili"

(Aggiunge dichiarazioni Le Maire)

PARIGI, 21 gennaio (Reuters) - Il presidente francese Emmanuel Macron ha detto ieri di aver avuto una “ottima discussione” con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in merito alla digital tax pensata da Parigi, aggiungendo che i due Paesi lavoreranno insieme per evitare un aumento dei dazi.

Da parte sua, invece, il ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire ritiene che le trattative tra Parigi e Washington “rimangano difficili”.

Macron e Trump hanno concordato di evitare una potenziale guerra dei dazi fino alla fine del 2020 in modo da poter continuare i negoziati sulla digital tax in seno all’Ocse.

Le Maire ha spiegato che l’obbiettivo della Francia è quello di imporre un’aliquota fiscale minima sulle aziende che al momento non contribuiscono abbastanza o affatto a livello di imposte, in linea con quanto proposto l’anno scorso dall’Ocse.

Secondo Le Maire la tregua concordata tra i due presidenti è un “punto di partenza molto positivo”, ma ora Parigi e Washington dovranno raggiungere un compromesso sulla tassazione delle attività digitali a livello globale.

Il ministro ha aggiunto che discuterà i dettagli di un possibile accordo “definitivo” con il segretario al Tesoro Usa, Steve Mnuchin, domani durante il World Economic Forum a Davos, in Svizzera.

“Rimane un negoziato difficile. Il diavolo è nei dettagli e su molti dettagli dobbiamo ancora trovare un punto d’incontro, ma penso che ci stiamo muovendo nella giusta direzione”, ha detto Le Maire a Bruxelles prima di un meeting dei ministri delle Finanze Ue, durante il quale verrà affrontata anche la posizione di Bruxelles sul tema.

L’intenzione della Francia nelle trattative rimane una “giusta tassazione delle aziende digitali e una minima tassazione a livello internazionale”, ha aggiunto Le Maire.

La Francia ha deciso a luglio di applicare una imposta del 3% sui ricavi dei servizi digitali realizzati in Francia da aziende con un fatturato superiore ai 25 milioni di euro in Francia e superiore ai 750 milioni di euro a livello mondiale. Come risposta Washington ha minacciato di imporre tasse sui prodotti francesi.

Le autorità francesi hanno ripetutamente affermato che qualsiasi accordo internazionale raggiunto all’interno dell’Ocse sulle imposte digitali avrà la priorità sulla tassa francese.

La Casa Bianca ha detto lunedì che sia Trump che Macron hanno concordato che è importante completare efficacemente i negoziati sulle imposte sui servizi digitali.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below