December 4, 2019 / 5:36 PM / in 6 months

Banche, rischio "emulazione" da piano esuberi UniCredit - Masi (Uilca)

MILANO, 4 dicembre (Reuters) - L’annuncio dei maxi esuberi di UniCredit nell’ambito del piano industriale presentato dal gruppo ieri potrebbe comportare un rischio di “emulazione” da parte degli altri gruppi bancari che stanno elaborando i nuovi business plan.

E’ il timore espresso da Massimo Masi, Segretario Generale della Uilca.

“La mia paura è che si possa prendere esempio da UniCredit... che diventi un benchmark” per le altre banche, ha detto Masi a margine del consiglio generale della Fabi.

UniCredit ha annunciato ieri la riduzione di 8.000 posti di lavoro, pari a circa 9,3% della forza lavoro complessiva, e la chiusura di circa 500 filiali.

Ubi Banca e Banco Bpm sono al lavoro sui rispettivi piani industriali triennali che gli istituti contano di presentare nel primo trimestre del 2020.

Il sindacalista non è al corrente di eventuali piani di esuberi delle due banche in quanto non ci sono stati ancora incontri con i vertici degli istituti.

“Non lo so, stanno ancora lavorando”, ha risposto Masi a chi gli chiedeva se fosse a conoscenza di possibili interventi sul personale.

“I rapporti con Castagna e Massiah sono comunque diversi da quelli, che non esistono, con Mustier”, conclude. (Andrea Mandalà, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below