November 29, 2019 / 2:41 PM / 8 days ago

Bce, Italia e Germania si contendono gestione operazioni di mercato - fonti

FRANCOFORTE, 29 novembre (Reuters) - I candidati di Germania e Italia al consiglio direttivo della Banca centrale europea si contendono il controllo delle operazioni di mercato della Bce, una posizione chiave che prevede la gestione del vasto programma di ‘quantitative easing’ dell’istituto di Francoforte.

E’ quanto hanno riferito a Reuters due fonti.

Isabel Schnabel e Fabio Panetta assumeranno l’incarico da inizio gennaio 2020, completando un rimpasto che vedrà la nuova numero uno della Bce Christine Lagarde ridistribuire le responsabilità tra i sei membri del direttivo, che gestiscono l’organizzazione.

Chiunque assumerà il controllo delle operazioni di mercato della Bce avrà la possibilità di influenzare il suo programma di acquisti sul secondario da svariati miliardi di euro e di avere voce in capitolo su questioni cruciali, come ad esempio il tipo di obbligazioni che la Bce può acquistare e per quanto tempo.

La resa dei conti tra Schnabel e Panetta prolungherebbe una faida che dura da tempo tra Italia e Germania per avere influenza sulla politica della Bce, un’istituzione che sotto la presidenza di Mario Draghi ha abbandonato l’ortodossia tedesca a favore delle aggressive politiche di stimolo di cui si è fatta promotrice la Federal Reserve statunitense.

Due fonti a diretta conoscenza della questione riferiscono che sia Schnabel che Panetta vogliono lasciare il proprio segno sulla politica monetaria della Bce, che sta pompando ancora più denaro nel sistema finanziario nella speranza di far salire l’inflazione della zona euro.

Schnabel, Panetta e un portavoce dell’Eurotower non hanno voluto commentare.

Il ruolo è al momento ricoperto dal membro uscente del direttivo Benoit Coeuré, che rappresenta la Bce anche negli appuntamenti internazionali, tra cui l’Eurogruppo dei ministri delle finanze della zona euro e il Fmi.

Secondo una delle fonti, Schnabel sarebbe interessata a mantenere il portafoglio internazionale di Coeure, ma questa responsabilità potrebbe essere eliminata.

Assegnare portafogli è una prerogativa del presidente della Bce ma il predecessore di Lagarde, Mario Draghi, ha rimandato per mesi la questione l’anno scorso.

Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Maria Pia Quaglia, camilla.caraccio@thomsonreuters.com, +48587721396

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below