June 10, 2019 / 1:38 PM / 3 months ago

Petrolio contaminato, compensazioni saranno su base societaria - vice ministro russo

SAN PIETROBURGO, 10 giugno (Reuters) - Compensazioni per il petrolio contaminato, venduto dalla Russia all’Europa via mare sui cargo e attraverso l’oleodotto Druzhba, verranno realizzate su base societaria, secondo il vice ministro dell’Energia russo.

Pavel Sorokin in un’intervista a Reuters spiega che i costi per ripulire il petrolio contaminato variano a seconda che sia stato fornito via mare sulle navi cargo oppure attraverso l’oleodotto.

La società russa statale, Transneft, ha in programma di pagare le compensazioni e ha la liquidità per farlo, aggiunge il vice ministro.

Sorokin, il quale sta gestendo per conto del ministro dell’Energia la crisi del petrolio contaminato, dichiara che sta andando avanti il processo di pulizia del greggio.

A maggio Total e Eni hanno bloccato i pagamenti dovuti alle società russe da cui hanno acquistato greggio contaminato e comunicato che pagheranno solo in presenza di un accordo sugli indennizzi dovuti, secondo fonti di mercato.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below