June 6, 2019 / 2:02 PM / 6 months ago

Corte Conti Lombardia contesta danno erariale a sottosegretario leghista Garavaglia e altri tre

MILANO, 6 giugno (Reuters) - La Procura regionale lombarda della Corte dei Conti ha contestato un danno erariale complessivo che va da un minimo di 11,5 milioni di euro a un massimo di 22,5 milioni di euro all’attuale sottosegretario leghista all’Economia Massimo Garavaglia, in quanto ex assessore all’Economia della Regione Lombardia e altre tre persone.

Lo si evince da un comunicato della stessa procura contabile, che dice di aver notificato l’invito a dedurre a Garavaglia, all’ex vicedirettore generale di Infrastrutture Lombarde, all’ex direttore generale della Asl di Milano e all’ex direttore al Welfare della Regione Lombardia, in relazione alla vendita di un palazzo nel centro di Milano, sede della allora Asl 1, a Cassa Depositi e Prestiti.

Garavaglia, contattato da Reuters, non ha al momento commentato.

Al centro della vicenda c’è la vendita di Palazzo Beretta, in corso Italia a Milano, dalla Asl 1, ora Ats Milano, a Cdp per 25 milioni di euro il 30 dicembre 2014. Cdp rivendette solo otto mesi dopo lo stesso palazzo a Beni Stabili per 38 milioni di euro. La Asl, peraltro, non aveva al momento un’altra sede in cui trasferirsi, e stipulò quindi un contratto di affitto a canoni crescenti con Cdp, contratto poi trasferito a Beni Stabili, per 9,5 milioni di euro in sei anni, oltre 6 milioni dei quali sono già stati pagati dallo Stato.

La vendita avvenne senza una gara pubblica e senza mettere l’immobile sul mercato, e la Procura della Corte dei Conti scrive che “la vendita mista a locazione è stata guidata secondo irrazionali logiche economiche di accelerazione dei modi e dei tempi della cessione, con la contestuale integrale omissione di tutti i principi e di tutti gli istituti posti a garanzia della buona e sana gestione finanziaria degli interessi della Ats Milano, che sono stati irreversibilmente pregiudicati dall’omessa utilizzazione degli schemi dell’evidenza pubblica e dall’inadeguatezza del procedimento di stima del valore immobiliare, ed anche dalla carente programmazione del trasferimento degli uffici nella nuova sede, non ancora individuata allo stato degli atti”.

A Garavaglia in particolare viene contestato di essere intervenuto in prima persona per accelerare la vendita pur non essendo l’assessore competente (sarebbe spettato all’assessore alla Salute) e di aver avuto un potenziale conflitto di interessi, rivestendo allora la carica sia di assessore regionale sia di consigliere di Cdp.

Il procedimento contabile ha tratto origine da una inchiesta penale con l’ipotesi di reato di falso in atto pubblico nei confronti di Walter Locatelli, allora direttore generale Asl, e di abuso d’ufficio nei confronti di Garavaglia, inchiesta per la quale la procura di Milano chiese e attenne l’archiviazione non trovando profili penalmente rilevanti. Gli atti vennero poi trasmessi alla magistratura contabile.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below