June 5, 2019 / 2:06 PM / 2 months ago

Commissione Ue mette in guardia Francia e Belgio su conti pubblici

ROMA, 5 giugno (Reuters) - La Commissione europea ha lanciato un avvertimento a Francia e Belgio per la situazione dei conti pubblici nei due Paesi ma non ha ritenuto, come invece nel caso italiano, che fosse giustificato l’avvio di una procedura di infrazione.

La Francia, seconda economia della zona euro, ha registrato nel 2018 un debito/Pil del 98,4%, ben al di sopra del 60% previsto dalle regole comunitarie. Il deficit/Pil è inoltre stimato al 3,1% quest’anno, sopra il limite del 3%.

La Commissione ha tuttavia giudicato queste deviazioni come temporanee, elogiando Parigi per gli sforzi nella realizzazione di riforme strutturali e invitando il governo francese a intervenire sui conti per rispettare pienamente i vincoli Ue.

Anche il Belgio, che ha il quinto debito pubblico più alto dell’Unione al 102% del Pil, è stato bacchettato per non averlo sufficientemente ridotto, ma la Commissione ha concluso che manca una base sufficiente per avviare una procedura disciplinare.

La Commissione ha inoltre preparato una relazione specifica sull’elevato debito di Cipro pari al 102,5% del Pil, ma senza prendere provvedimenti ritenendo sufficienti gli sforzi di Nicosia.

La Spagna è stata elogiata per i suoi sforzi per ridurre il deficit e Bruxelles ha raccomandato la chiusura dei procedimenti disciplinari in corso contro Madrid, aperti nel 2009.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below