March 15, 2019 / 1:44 PM / 3 months ago

Eni, no problemi produzione in Algeria, da Russia solo gas - AD

SAN DONATO (Milano), 15 marzo (Reuters) - Eni non ha problemi di produzione in Algeria, e dalla Russia importa solo il gas, mentre a causa delle sanzioni tutta l’attività offshore è bloccata.

A dirlo è l’AD della major petrolifera, Claudio Descalzi, in una conferenza stampa al termine della presentazione del piano industriale al 2022.

“Non ci sono problemi di produzione in Algeria. I contratti sono annuali e hanno una grossa flessibilità. Stiamo negoziando perché il contratto a lungo scade a ottobre 2019 e speriamo che le cose si riescano a fare”, ha detto Descalzi che ha poi precisato: “Sono tre contratti con Sonatrach, quello del pipeline con la Tunisia e dalla Tunisia con Mazzara del Vallo. Sono fiducioso che si riesca a fare, ma è molto più difficile del passato”.

Quanto alla Russia, il numero uno di Eni ha sottolineato che “in Russia è di primaria importanza il gas, questo è rimasto e l’Europa non potrebbe fare a meno del gas russo. Abbiamo attività in jv con Rosneft, mentre l’offshore è stato bloccato dalla sanzioni”.

(Giancarlo Navach)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below