March 13, 2019 / 1:31 PM / 3 months ago

Alitalia, piano salvataggio a rischio, condizioni stringenti da easyJet e Delta-fonte

ROMA, 13 marzo (Reuters) - Per investire in Alitalia, Delta Air Lines ed easyJet hanno fissato condizioni stringenti che potrebbero mettere a repentaglio il piano disegnato dal governo per salvare la compagnia aerea, riferisce una fonte vicina alla questione.

Alitalia è stata messa in amministrazione straordinaria nel 2017 dopo che i lavoratori hanno respinto l’ennesimo piano di ristrutturazione.

Il rilancio di Alitalia è una delle priorità della coalizione giallo-verde che ha chiesto alle Ferrovie dello Stato (FS) di partecipare alla ricapitalizzazione del vettore insieme ad altri partner industriali.

FS è in trattativa con Delta e easyJet, che nelle scorse settimane hanno manifestato interesse per Alitalia, ma i tre non hanno le stesse idee su come l’operazione dovrebbe essere strutturata.

Senza un vero e proprio partner industriale, Alitalia potrebbe trovarsi presto nei guai, dato che né Ferrovie né lo stato hanno le competenze per gestire la compagnia aerea, ha detto la fonte.

EasyJet ha affermato più volte di essere interessata al corto raggio di Alitalia e potrebbe rilevare una quota del 15%, ma solo se ottenesse il controllo di alcuni asset, ha detto la fonte.

Questa richiesta non piace ai tre commissari di Alitalia che temono ciò possa portare ad uno spezzatino della compagnia.

Anche Delta si è detta disponibile ad acquistare una quota del 15% e investire circa 100 milioni di euro nel piano di salvataggio da 900 milioni di euro, ma non ha intenzione di spingersi oltre, ha detto la fonte.

Una partecipazione del 30% o meno da parte dei partner industriali, rispetto al 40% sul quale contava FS, costringerebbe il governo a trovare altri investitori, probabilmente tra società controllate dallo Stato, secondo un’altra fonte.

Ferrovie punta a farsi carico di una partecipazione compresa tra il 30 e il 49% nella nuova compagnia aerea, e dunque coinvolgere Delta ed easyJet è fondamentale, aggiunge la seconda fonte.

Secondo Il Messaggero, l’amministratore delegato di FS Gianfranco Battisti volerà ad Atlanta nei prossimi giorni per cercare di convincere l’amministratore delegato di Delta Ed Bastian a mettere più denaro nel piano di salvataggio di Alitalia.

FS ed easyJet hanno preferito non commentare, mentre Delta non è stata immediatamente disponibile per un commento.

Il tempo per Battisti stringe. Il governo ha fissato il termine del 31 marzo per presentare un piano di salvataggio per Alitalia.

In caso di mancato rispetto di tale scadenza, si metterebbe a repentaglio il rimborso del prestito da 900 milioni di euro concesso dal governo ad Alitalia, che dovrà avvenire entro la fine di giugno.

- Hanno collaborato Francesca Landini da Milano, Alistair Smout da Londra e Tracy Rucinski da Chicago

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia (Reporting by Giselda Vagnoni)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below