January 24, 2019 / 3:50 PM / 6 months ago

SINTESI - Draghi meno fiducioso crescita, Tltro carta di riserva Bce

MILANO, 24 gennaio (Reuters) - La Banca centrale europea prende atto dei palesi segnali di deterioramento della congiuntura — difficile del resto negare l’evidenza — ma per il momento intende mantere perfettamente dritto il timone di politica monetaria e guidance sui tassi, non fosse altro che perché ritene improbabile il rischio recessione.

Considerato che le prospettive macro sono peggiorate, per lo meno nel breve termine, la famosa ‘cassetta degli attrezzi’ Bce resta piena di risorse, tra le quali non va esclusa — per quanto ancora nessuna decisione sia stata presa — una nuova operazione Tltro, sorta di asso che Francoforte preferisce al momento evidentemente tenere nella manica.

Pronta a intervenire a tutela della stabilità dei prezzi e della convergenza dell’inflazione verso il target — inferiore ma vicino a 2%, contro l’1,6% messo in evidenza da Eurostat in dicembre dopo l’1,9% di novembre — Francoforte preferisce però non sbilanciarsi, riservandosi di aggiornare le proprie valutazioni nel consiglio di marzo, quando saranno disponibili anche le nuove stime dello staff.

Prendere tempo sembra la decisione più saggia, almeno a quanto traspare dalle parole, come di consueto attentamente ponderate, di Mario Draghi alla stampa.

Per quanto in maniera composta, i mercati reagiscono comunque con una certa freddezza alle poco esplicite indicazioni circa la possibilità di una nuova pioggia di fondi a tasso zero da mettere a disposizione delle banche della zona euro.

Nella fase delle domande e delle risposte il governatore Bce spiega che diversi consiglieri hanno fatto riferimento all’ipotesi di una nuova operazione Tltro ma sul tema non si è presa alcuna decisione.

La riunione odierna si è infatti interamente dedicata alla nuova valutazione sull’equilibrio dei rischi, al momento sbilanciato verso il basso per lo meno per quanto riguarda la crescita secondo l’unanimità del consiglio.

Nello specifico, precisa Draghi, eventuali nuove operazioni Tltro devono essere giustificate da esigenze di politica monetaria — la famosa ‘trasmissione’ di fondi dalle banche all’economia reale, evitando si frammenti il meccanismo virtuoso studiato dalla Bce — e non sono uno strumento per far fronte a problemi di singoli settori o paesi.

Sono stati in prima linea gli istituti di credito italiani, ma anche spagnoli, portoghesi e greci ad aggiudicarsi la maggioranza dei fondi Tltro che andranno rimborsati nel 2020.

Proprio per evitare il concentrarsi delle scadenze — il possibile effetto imbuto — anche i consiglieri più ‘falchi’ sarebbero secondo diverse fonti ormai aperti all’ipotesi di una nuova innaffiata di liquidità da mettere a disposizione delle banche che ne avessero l’esigenza.

Draghi stesso ha del resto sottolineato che le operazioni Ltro e Tltro si sono rivelate in passato assai utili.

“La Bce ha deciso di prendere tempo per valutare meglio le condizioni economiche e decidere sul da farsi” sintetizza una nota dell’ufficio studi Mps.

“Visti i segnali di rallentamento giunti anche stamattina dagli indici Pmi, riteniamo molto probabile che a marzo possa venir annunciata una nuova operazione di rifinanziamento a lungo termine, in concomitanza con la pubblicazione delle nuove stime di crescita e inflazione che a nostro avviso verranno riviste al ribasso” conclude.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below