May 11, 2018 / 7:18 AM / 2 months ago

PUNTO 1-Mediobanca vede dividendo in fascia alta payout 40-50% dopo 9 mesi record

(riscrive aggiungendo dettagli da briefing)

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Mediobanca archivia i primi nove mesi del 2017-18 con utili e ricavi record, è in anticipo di un anno su molti dei target del piano al 2019 e conta di distribuire un dividendo per l’esercizio corrente con un payout nella fascia alta del range 40-50%.

L’istituto non pensa tuttavia a un aggiornamento in anticipo sul piano, ha detto il Ceo Alberto Nagel in un briefing sui conti. “I piani preferiamo farli che annunciarli. Non riteniamo prioritario l’aggiornamento del piano prima della sua scadenza”, ha detto.

L’utile netto si è attestato a 682 milioni di euro, in crescita dell’11% battendo le attese degli analisti, raccolte dalla banca, che indicavano 660 milioni. Cresce il risultato operativo a 813,3 milioni (18,6%), mentre il Rote è al 10%.

L’utile beneficia di plusvalenze nette per 95,9 milioni, soprattutto con la cessione della quota in Atlantia, solo parzialmente assorbite dal contributo ai fondi di risoluzione e tutela per 36,7 milioni, di cui 26,3 milioni nell’ultimo trimestre.

Dal punto di vista patrimoniale il Cet1 cresce di 100 punti base al 13,9% grazie alla spinta di 140 punti base dall’adozione dei modelli interni che controbilancia l’impatto di 30 punti dall’acquisizione di Ram.

I ricavi sono cresciuti del 9% a 1,8 miliardi con il contributo di tutte le divisioni. Lo spaccato vede il margine di interesse crescere del 6,2% a poco più di 1 miliardo, mentre le commissioni crescono del 13,6% a 456,6 milioni. In crescita anche i proventi da tesoreria a 124,4 milioni.

“Tutte le voci dei ricavi crescono e questo è un unicum rispetto alle altre realtà bancarie. Il margine di interesse sale per il quinto anno consecutivo”, ha detto Nagel.

Il banchiere ha sottolineato poi la forte accelerazione del wealth management “che è una delle nostre priorità” e che già dal prossimo trimestre sarà il principale contributore delle commissioni dell’intero gruppo.

Nei nove mesi il wealth management ha visto una raccolta netta per 3,2 miliardi con masse gestite per 36,5 miliardi.

Positivo il trend della qualità dell’attivo: l’incidenza delle partite deteriorate è in calo al 4,8% per un costo del rischio che scede a 59 punti base (-33). Gli indici di copertura dei crediti deteriorati salgono al 56%.

(Gianluca Semeraro)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below