May 2, 2018 / 3:02 PM / 2 months ago

RPT-Guala Closures torna in Borsa entro inizio agosto, punta ad acquisizioni

(Elimina riferimento a voto maggiorato al quinto paragrafo)

MILANO, 2 maggio (Reuters) - Guala Closures si prepara a tornare in Borsa tra fine luglio e inizio agosto grazie alla fusione con Space 4, con fino a 180 milioni di nuovi capitali che andranno a ridurre l’elevato indebitamento della società e a liberare risorse per nuove acquisizioni.

E’ quanto emerso dalla conferenza stampa di presentazione della business combination tra la Spac promossa da Roberto Italia, Carlo Pagliani ed Edoardo Subert e la società specializzata nella produzione di tappi per superalcolici e vino.

L’operazione deve essere approvata dall’assemblea di Space 4 che si terrà il prossimo 28 maggio.

Nel dettaglio Space 4 userà circa 349 dei 500 milioni raccolti con l’Ipo per acquisire dai fondi di private equity azonisti circa l’81% della società, affiancata da Peninsula Capital e Quaestio che apporteranno rispettivamente altri 50 e 10 milioni. Gli altri 151 milioni della Spac (in caso di ipotesi di zero recessi) andranno ad aggiungersi ai 25 milioni di un aumento sottoscritto dai manager, per dare nuove risorse alla società e permetterle di ridurre l’indebitamento.

Al termine dell’operazione, che attribuisce alla società un enterprise value di 1,079 miliardi, Guala Closures approderà sullo Star come public company, con i manager che saranno il primo azionista con circa il 14,1% del capitale (23,7% dei diritti di voto). Il flottante sarà intorno al 69%.

La capitalizzazione sarà di circa 700 milioni di euro al momento della quotazione.

“Con le risorse che apporteremo, abbatteremo l’indebitamento per dare benzina all’azienda per crescere per linee esterne”, ha spiegato Carlo Pagliani a margine della conferenza, precisando che se saranno apportati 180 milioni, il livello di indebitamento scenderà da 5 volte l’Ebitda a 3 volte. La società potrà quindi tornare ad utilizzare la leva per fare acquisizioni, ha spiegato Pagliani, sottolineando che nei piani dei manager il livello di indebitamento può essere portato fino a circa 4-4,5 volte.

Guala Closures ha chiuso il 2017 con ricavi a 534,8 milioni, con un Ebitda adjusted di 110,6 milioni. I ricavi sono prevalentemente concentrati in Europa (54%), seguiti dalle Americhe (20%) e dall’Asia (13%). Guala ha come clienti alcuni importanti marchi a livello globale, come Campari, Bacardi e Diageo, ma la gran parte dei ricavi deriva da marchi regionali.

La società può contare su una buona e stabile redditività, con l’Ebitda che negli ultimi dieci anni è stato uguale o superiore al 20% dei ricavi.

Per il 2018 la società prevede di poter raggiungere ricavi per 560-580 milioni di euro con un Ebitda adjusted a 115-121 milioni.

A fine 2017 la posizione finanziaria netta era negativa per 552,5 milioni ed è prevista in calo a 530 milioni a fine di quest’anno, senza contare l’apporto di risorse fresche dalla business combination, che la potrebbe far scendere a 350 milioni.

Nel futuro Guala Closures punta a crescere sia per linee interne che esterne. Riguardo queste ultime, la società punta a consolidare le aree dove è già presente ed espandersi in nuove geografie, ma non esclude acquisizioni importanti in segmenti diversi dai superalcolici e vino, come ad esempio quello farmaceutico e degli erogatori.

“Non è un tema di oggi, lo stiamo studiando da qualche anno, abbiamo nel cassetto qualche idea interessante”, ha spiegato il presidente e amministratore delegato Marco Giovannini.

Guala Closures era stata delistata nel 2008. Nei mesi scorsi è stata avvicinata da diversi investitori, tra i quali Edizione Holding e alcuni private equity, interessati ad acquisire la società, ma non si era giunti ad un accordo, apparentemente per divergenze sul prezzo.

“Abbiamo preferito una soluzione in casa. Noi eravamo già pronti onestamente, noi siamo pubblici da sempre, anche quando siamo usciti dalla Borsa poi abbiamo fatto il bond”, ha spiegato Giovannini a margine della conferenza stampa. “E’ capitata quest’occasione con delle persone che conoscevamo da tempo.. Credo sia una buona soluzione”, ha detto, aggiungendo di sperare che la Borsa dia la giusta attenzione al settore manifatturiero.

(Elisa Anzolin)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below