April 19, 2018 / 4:02 PM / 8 months ago

Derivati, conclusa udienza Corte Conti, sentenza entro 45 giorni

ROMA, 19 aprile (Reuters) - Sarà depositata entro 45 giorni la sentenza della Corte dei Conti sul difetto di giurisdizione eccepito oggi da Morgan Stanley e gli altri imputati nella prima udienza del processo per danni erariali legati a contratti derivati sul debito pubblico, riferiscono fonti giudiziarie e legali.

La banca americana, l’ex responsabile del Tesoro per il debito pubblico Maria Cannata, l’attuale direttore generale del Tesoro Vincenzo La Via e i due ex ministri del Tesoro Domenico Siniscalo e Vittorio Grilli sostengono che la giurisdizione spetti alla giustizia civile.

I giudici contabili dovranno anche decidere se ammettere le parti civili, Adusbef, Codacons e Federconsumatori.

Se la Corte dei Conti decidesse che è competente, potrebbe esprimersi anche nel merito della questione, secondo le fonti.

Nel caso in cui fossero ammesse le parti civili, i giudici dovrebbero anche concedere loro tempo per lo studio degli incartamenti.

La Corte dei Conti ha contestato a Morgan Stanley un danno erariale di 2,7 miliardi di euro mentre 1,18 miliardi sono stati chiesti complessivamente a Cannata, La Via, Siniscalco e Grilli.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below