April 18, 2018 / 11:52 AM / 7 months ago

Italmobiliare, con Clessidra complementarietà, guarda a tech - Pesenti

MILANO, 18 aprile (Reuters) - Italmobiliare e Clessidra sono complementari, non c’è rischio che la prima fagociti l’altra.

Parola di Carlo Pesenti, consigliere delegato della holding di investimenti.

Parlando nel corso dell’assemblea annuale degli azionisti, Pesenti ha spiegato che “Clessidra fa lbo (leveraged buyout), ha un orizzonte di breve termine (3-5 anni), il perimetro (degli investimenti) è l’Italia e fa deal con un equity ticket compreso tra 50 e 100 milioni”. Clessidra, inoltre, “non penso farà più investimenti di minoranza”.

Italmobiliare, invece, “fa minoranze, l’equity ticket arriva fino a 300 milioni, le durate (degli investimenti) sono più lunghe”. A ciò si aggiunge la possibilità di partecipare a club deal e realizzare co-investimenti per deal di dimensioni ancora maggiori. Insomma, “le strategie sono molto complementari”.

Pesenti ha ribadito che il peso nel portafoglio della partecipazione in HeidelbergCement — figlia della cessione di Italcementi —, pari al 3% circa del capitale, “è troppo elevato, a tendere vogliamo ridurre l’esposizione”. Anche la liquidità, attualmente pari ad un terzo del portafoglio, pesa eccessivamente: “Lo sappiamo, stiamo costruendo un portafoglio più equilibrato”. Di conseguenza, anche lo sconto rispetto al Nav “andrà a ridursi”: nel 2017 è stato pari al 34,6%.

A margine, interpellato sulle opportunità di investimento che Italmobiliare sta valutando, Pesenti ha argomentato: “Non abbiamo niente nel tech e nello healthcare. Investiremo nelle eccellenze del made in Italy, brand con riconoscibilità globale”.

L’assemblea, che ha visto la partecipazione del 73,43% del capitale, ha approvato i quattro punti all’ordine del giorno, tra cui la conferma di Elsa Fornero nel ruolo di consigliere.

Rispetto alle partecipazioni che risultano sul sito Consob, Mediobanca ha ridotto la quota nella holding al 6,077% dall’8,141%.

Italmobiliare ha in portafoglio l’11,958% del capitale proprio e ha chiesto e ottenuto dagli azionisti l’autorizzazione per un buyback ulteriore. “Le holding sono molto più attive sul buyback”, ha spiegato Pesenti. “Probabilmente a tendere cancelleremo o le annulleremo” le azioni proprie, un modo per creare valore per gli azionisti.

Da ultimo, nelle risposte scritte ad un socio si legge che al 13 aprile scorso Italmobiliare vanta una plusvalenza netta pre-tax sulle partecipazioni in società quotate pari a 57,8 milioni rispetto al valore di carico.

(Massimo Gaia)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana, con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon le parole “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below