April 17, 2018 / 6:25 AM / 3 months ago

BORSE ASIA-PACIFICO miste su dati Cina, Taiwan la peggiore

 INDICI                      ORE  8,07    VAR %    CHIUS. 2017
 ASIA-PAC.                   566,28       -0,24    569,62
 TOKYO                       21.847,59    0,06     22.764,94
 HONG KONG                   30.284,58    -0,10    29.919,15
 SINGAPORE                   3.505,56     0,24      3.402,92
 TAIWAN                      10.810,45    -1,32    10.642,86
 SEUL                        2.452,47     -0,20    2.467,49
 SHANGHAI COMP               3.093,17     -0,56    3.307,17
 SYDNEY                      5.848,30     0,12     6.065,10
 MUMBAI                      34.351,85    0,14     34.056,83
 
    17 aprile (Reuters) - I mercati della regione Asia-Pacifico
sono oggi di nuovo in calo, dopo i dati contraddittori dalla
Cina, ma le perdite sono limitate dall'affievolirsi dei timori
per la Siria e dal maggiore interesse degli investitori per i
risultati societari.
    ** L'indice regionale MSCI, che non
comprende la borsa giapponese, perde lo 0,25%. Tokyo ha
chiuso piatta.
    ** Il Pil cinese è cresciuto del 6,8% nel primo trimestre
del 2018 rispetto a un anno prima, mantenendo lo stesso ritmo
dell'ultimo trimestre del 2017.
    ** Ma i dati sulla produzione industriale di marzo hanno
deluso le attese e la crescita degli investimenti in impianti,
attrezzature e immobili nel primo trimestre ha subito un
rallentamento.
    ** "Qui ci sono due tendenze, una che guarda indietro e una
che guarda avanti" dice da Singapore Robert Subbaraman, capo
economista per l'Asia (Giappone escluso) di Nomura. "Dietro la
crescita stabile del Pil c'è un ribilanciamento abbastanza
rapido dall'industria e dai vecchi settori economici verso il
consumo, i servizi e la new economy, come il tech, e questo è
incoraggiante. Il dato più recente di marzo, comunque, indica
che ci sono segni di un rallentamento della crescita, trainato
dai settori della vecchia economia".
    ** Sul fronte delle monete, cresce ancora la sterlina, ai
massimi da giugno 2016, nell'attesa di un possibile aumento dei
tassi d'interesse a maggio da parte della Banca d'Inghilterra.
Stabile l'euro, praticamente piatto il dollaro.
    ** Crescono i prezzi del petrolio, con il greggio Usa a
+0,5% e il Brent a +0,3%. L'alluminio resta vicino ai massimi da
sette anni dopo che le sanzioni Usa contro il produttore russo
Rusal hanno alimentato qualche timore.
    ** HONG KONG e SHANGHAI sono entrambe in
calo, soprattutto a causa delle tensioni commerciali tra Usa e
Cina, mentre gli investitori valutano anche gli ultimi dati
cinesi. Prada perde lo 0,25%.
    ** TAIWAN cede l'1,3%, peggiore piazza della
regione.
    ** SYDNEY chiude in lieve rialzo grazie al comparto
dei materiali e a quello dei consumi.
    ** SINGAPORE segna +0,25%, grazie soprattutto ai
titoli finanziari.
    ** MUMBAI guadagna lo 0,13%. SEUL perde
quasi lo 0,2%.
    
     
Per  una panoramica su mercati e notizie in  lingua italiana 
con quotazioni,  grafici e dati, gli abbonati Eikon possono
digitare nel Search Box di Eikon  la parola “Pagina Italia” o
“Panorama Italia”
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below