April 12, 2018 / 4:29 PM / 2 months ago

Telecom Italia, Agcom boccia richiesta aumenti canoni all'ingrosso

ROMA, 12 aprile (Reuters) - L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha bocciato la richiesta, fatta a fine 2017, del gruppo Telecom Italia di adeguare, aumentandolo, il prezzo all’ingrosso che l’incumbent richiede per il noleggio ai concorrenti delle linee telefoniche.

Lo si legge nella decisione pubblicata sul sito dell’Agcom ieri sera, in cui per altro il valore degli incrementi richiesti da Telecom Italia è mantenuto riservato.

Oggi il prezzo all’ingrosso richiesto da Telecom ai propri concorrenti per una linea telefonica è di 11,06 euro per mese. Il 28 dicembre dell’anno scorso il gruppo telefonico aveva chiesto un adeguamento retroattivo del canone per il periodo 2015/2017 e il mantenimento dell’aumento per il futuro. La tariffa è soggetta all’ok dell’Agcom che ne deve verificare la congruità rispetto ad alcuni parametri.

L’Agcom ha motivato il rifiuto con due diverse valutazioni: da un lato, il già elevato prezzo base oggi in vigore rispetto ad altri paesi europei e, dall’altro lato, con le condizioni economiche italiane che non giustificherebbero la richiesta di aggiustamento avanzata dal gruppo.

L’attuale prezzo all’ingrosso, spiega l’Autorità, “è secondo solo a quello di Deutsche Telekom , quindi il proposto aumento incrementerebbe il già presente divario rispetto alla media dei paesi europei”.

Ma la richiesta dell’incumbent, a parere dell’autorità, ha anche un’altro difetto. È “superiore alle componenti che congiuntamente determinano l’incremento dei costi del servizio, ossia il tasso d’inflazione(pari all’1,3%) ed i prezzi dei servizi all’ingrosso sottostanti (immutati), ma superiore anche all’incremento della produzione e del reddito disponibile alterando l’universalità del servizio che andrebbe ad essere offerto a prezzi meno sostenibili”.

Concludendo, scrive l’Autorità, “nel periodo in esame non è intervenuto un aumento dei costi all’ingrosso dei servizi sottesi; la spesa media mensile degli utenti crescerebbe ben oltre l’assorbimento dell’inflazione; si assisterebbe a un aumento del gap tra il prezzo di Tim e il valore corrispondente alla media dei principali paesi europei, consolidando la posizione dell’Italia tra i principali paesi con il più alto canone di accesso alla rete fissa”.

. Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below