April 9, 2018 / 4:45 PM / 2 months ago

Saipem in arbitrato South Stream riduce richiesta danni a 644,6 mln euro

MILANO, 9 aprile (Reuters) - Nell’ambito del contenzioso con Gazprom relativo alla mancata commessa per il gasdotto South Stream, la nuova richiesta di Saipem è scesa a 644,6 milioni di euro, mentre le udienze sull’arbitrato in corso sono state fissate a giugno 2019.

E’ quanto si legge nella relazione finanziaria al bilancio 2017 in vista dell’assemblea degli azionisti convocata anche per il rinnovo dei vertici il prossimo 3 maggio.

“Il 3 novembre 2017 Saipem ha depositato il proprio reply memorial nel quale ha precisato le proprie domande in 644.588.545 euro. South Stream Transport BV depositerà il proprio rejoinder il prossimo 8 giugno 2018. Le udienze di discussione dinanzi al collegio arbitrale sono state fissate per il mese di giugno 2019”, si legge nella relazione.

La controversia con il colosso del gas russo inizia il 10 novembre 2015 quando Saipem deposita la domanda di arbitrato nei confronti di South Stream Transport BV presso l’International Chamber of Commerce di Parigi a seguito dello stop alla costruzione del gasdotto deciso da Gazprom nel dicembre 2014.

L’iniziale domanda di Saipem era pari a circa 759,9 milioni di euro richiesti a titolo di corrispettivo dovuto per effetto sia della sospensione dei lavori (richiesta dal cliente nel periodo dicembre 2014-maggio 2015) sia della successiva termination for convenience del contratto notificata in data 8 luglio 2015 da parte di SSTBV.

Successivamente South Stream Transport V ha depositato la propria replica il 16 febbraio 2016 in cui contesta tutte le richieste di Saipem riservandosi di proporre e quantificare un’eventuale domanda riconvenzionale in una fase successiva dell’arbitrato. Il 30 settembre 2016 la oil service italiana deposita il proprio memorial nel quale l’importo dei danni è stato ridotto a circa 678 milioni.

A sua volta, il 10 marzo scorso, South Stream Transport BV, oltre a rigettare le domande di Saipem, presenta una richiesta di danni verso la società italiana per circa 541 milioni. Inoltre chiede danni, in via ulteriore o alternativa, per circa 138 milioni per pagamenti effettuati da Sstbv in misura ritenuta superiore rispetto a quanto contrattualmente dovuto e circa 48 milioni per liquidated damages motivati in ragione di asseriti ritardi. Infine, in via principale e alternativa, danni per circa 10 milioni di euro per l’asserito danneggiamento di tubi.

(Giancarlo Navach)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below