March 16, 2018 / 1:20 PM / 9 months ago

Shopping in stazione, Fs e Rfi vendono Cs Retail (Garibaldi e altre 4)

MILANO, 16 marzo (Reuters) - Ferrovie dello Stato Italiane (Fs) ha creato la società Centostazioni Retail (Cs Retail) e vi ha conferito i diritti di sfruttamento economico degli spazi commerciali e pubblicitari di cinque stazioni, tra cui Milano Porta Garibaldi, e ha affidato a PricewaterhouseCoopers Advisory l’incarico di vendere il 100% della nuova società.

E’ quanto si legge nella sollecitazione all’invio di manifestazioni d’interesse, pubblicata sul sito delle Fs.

A Centostazioni Retail fanno capo i diritti di sfruttamento economico in esclusiva per una durata ultraventennale degli spazi commerciali e pubblicitari delle stazioni ferroviarie di Milano Porta Garibaldi, Roma Ostiense e Padova — attualmente gestiti da Centostazioni Spa — e Torino Porta Susa e Napoli Afragola, attualmente gestite direttamente da Rete ferroviaria italiana (Rfi).

Gli azionisti di Cs Retail chiedono di manifestare interesse a “soggetti, italiani o esteri”, che negli ultimi tre esercizi abbiano realizzato un fatturato lordo annuo medio almeno pari a 70 milioni di euro, “di cui almeno 50 milioni nello specifico ambito della gestione e/o sviluppo di spazi commerciali e pubblicitari”. I soggetti interessati devono aver chiuso l’esercizio 2017 con un patrimonio netto non inferiore a 75 milioni di euro.

Le manifestazioni d’interesse dovranno pervenire entro le 12 del 13 aprile prossimo. Sucessivamente, i soggetti “saranno invitati dall’advisor... alla successiva fase, finalizzata alla presentazione di un’offerta preliminare non vincolante”.

Il teaser, preparato da PwC e allegato alla sollecitazione, indica i dati pro-forma 2017 di Cs Retail, ovvero circa 19.000 aree commerciali a reddito, circa 60 negozi, ricavi pari a circa 7 milioni e un ebitda di 3 milioni. A regime — s’intende il 2023 per le stazioni di Milano PG, Torino PS, Padova e Roma Ostiense, e il 2026 per Napoli Afragola — la società dovrebbe contare su 26.000 aree commerciali a reddito, 170 negozi, ricavi pari a circa 20 milioni e un ebitda di 10 milioni.

Tra i vari numeri che PwC snocciola per allettare i potenziali compratori vi sono i dati sul fatturato del travel retail in Italia, che nel 2016 è stato pari a 2,8 miliardi e che, secondo le stime, dovrebbe salire a 3,3 miliardi nel 2021 e a 3,5 miliardi nel 2023.

Una fonte di mercato dice che Grandi Stazioni Retail (Gs Retail) si sarebbe già fatta avanti per l’asset. Nel giugno 2016 la cordata Antin Infrastructure, ICAMAP e BG Asset Management (Borletti Group) si aggiudicò la gara per Grandi Stazioni Retail per 953 milioni. Gs Retail sembra essere il compratore naturale di Cs Retail. L’asset, però, potrebbe interessare anche ad altri soggetti: Gs Retail vide in gara cordate guidate da Altarea, Lone Star e dal fondo infrastrutturale di Deutsche Bank.

(Massimo Gaia)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana, con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon le parole “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below