March 14, 2018 / 2:30 PM / 3 months ago

Tim, società rete con Mol al 52% e 20.000 dipendenti - R&S Mediobanca

MILANO, 14 marzo (Reuters) - La società della rete di Telecom Italia (Tim) dovrebbe avere margine operativo lordo al 52% dei ricavi, previsti a circa 3,5 miliardi di euro e 20.000 dipendenti.

E’ quanto stima il rapporto sulle Telco dell’ufficio Ricerche e Studi di Mediobanca.

I dati stimati per la società della rete che Tim ha intenzione di costituire, sono affiancati nello studio a quelli dell’omologa Openreach del gruppo BT.

Openreach ha ricavi (esercizio 2016/17) pari a 5.954 milioni di euro, con un rapporto ebitda su net sales del 51,5%, 32.000 dipendenti e 158 milioni di chilometri di fibra ottica, contro i 127 milioni di Telecom Italia.

Rispetto ai 16 principali operatori, Tim è tra le posizioni di testa per redditività, se misurata come rapporto tra margine operativo netto e ricavi (20,1% nel 2016), preceduta solo da Verizon Communication (21,4%) e da China Mobile (20,8%).

Situazione simile per il livello degli investimenti industriali in percentuale sul fatturato: Tim si attesta al 26,1%, preceduta da China Mobile (29,9%), China Telecom (28,4%), America Movil (27%) e China Unicom (26,2%).

In Italia, il primato nel rapporto tra investimenti e fatturato spetta però a Fastweb, gruppo Swisscom, con un rapporto sui ricavi al 32,4% nel 2016.

ILIAD COMPETITIVA IN FRANCIA, MA MENO SPAZI IN ITALIA

I dati analizzati da Mediobanca sull’operatore francese Iliad, che ha annunciato che farà ingresso nel mercato italiano del mobile prima dell’estate, mostrano che l’arrivo in Italia potrebbe non essere esplosivo come visto in Francia.

Nel suo Paese d’origine, Iliad ha registrato dal 2012 un aumento dei ricavi del 49% e ha più che raddoppiato il numero dei clienti a 12,7 da 5,2 milioni, conquistando una quota di mercato del 14,8% alla fine dello scorso anno.

Per raggiungere questo obiettivo ha fatto una politica dei prezzi che ha portato il suo Arpu (ricavi medi per cliente) a livelli significativamente inferiori a quelli dei concorrenti.

Secondo le stime di Mediobanca, l’Arpu di Iliad è pari a 12,8 euro per cliente (dato mensile), mentre i concorrenti Bouygues, SFR e Orange, hanno un Arpu a 22,3-22,5 euro.

Peraltro in Italia non sembrano esserci spazi per creare un gap simile. L’Arpu di Tim è infatti tra i più bassi in Eurpopa, a 12,4 euro, dai 32,8 euro di Swisscom, 21,6 di Vodafone UK, 15,3 di Telefonica, 14 di Deutsche Telekom.

Inoltre Iliad in Italia non potrà sfruttare l’effetto converegenza di cui ha invece approfittato in Francia, perché al momento non è in grado di fare un’offerta per la telefonia fissa.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below