March 14, 2018 / 11:44 AM / 6 months ago

CORRETTO-Commissione Ue propone linee guida per copertura nuovi npl, smaltimento stock

(Corregge al terzo paragrafo in storia pubblicata ieri percentuale minima copertura entro il quarto anno a 27,5% da 27,4%)

BRUXELLES, 14 marzo (Reuters) - La Commissione Europea ha proposto le nuove misure per fare in modo che le banche facciano più accantonamenti a fronte dei nuovi crediti che diventeranno deteriorati e per facilitare il deconsolidamento degli npl esistenti con l’obiettivo finale di ridurre i rischi del settore.

In base alla proposta le banche avranno due anni per raggiungere la copertura totale delle perdite potenziali dei nuovi crediti non garantiti con una copertura minima del 35% entro il primo anno.

Per i crediti garantiti, invece, le banche dovranno arrivare a una copertura integrale in otto anni con un minimo del 5% nel primo anno, del 27,5% entro il quarto e del 75% entro il settimo.

In caso di mancata osservanza dei requisiti minimi verranno applicate deduzione dai mezzi propri, si legge nel documento della Commissione.

La proposta contiene anche misure per facilitare il deconsolidamento dello stock esistente di crediti deteriorati che, per quanto in calo, ammontano ancora a 910 miliardi di euro, secondo i dati mostrati dalla Commissione.

Il progetto richiede l’approvazione da parte dei singoli stati membri e prevede anche che le banche dei 28 paesi Ue saranno in grado di fare accordi con i debitori corporate su un meccanismo accelerato extra giudiziale per recuperare le garanzie nel caso in cui il credito diventi deteriorato.

Questo significa evitare lunghi procedimenti giudiziari che rallentano il recupero da parte delle banche in parecchi stati Ue.

La Commissione propone poi di sviluppare ulteriormente i mercati secondari per i crediti deteriorati creando un mercato unico nell’Unione europea nel tentativo di aumentare il numero di compratori e portare i prezzi a livelli più vicini alle valutazioni delle banche.

In questa direzione anche le linee guida, non vincolanti, per creare bad bank o società di asset management che comprino i crediti, consentendo alle banche di concentrarsi sulle attività ‘core’.

Viene chiarito che gli aiuti di Stato per queste società sono consentiti ma a precise condizioni e come “soluzioni eccezionali”.

I governi potranno fornire garanzie “conformi ai mercati” per cartolarizzare i crediti deteriorati.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below