March 14, 2018 / 9:28 AM / 7 months ago

FOREX-Dollaro su minimo una settimana, euro cede terreno su Draghi

    LONDRA, 14 marzo (Reuters) - Il dollaro si mantiene sul
minimo di una settimana dopo il licenziamento del segretario di
Stato Usa Rex Tillerson e sulla scia delle notizie che danno
Washington intenzionata a imporre dazi fino a 60 miliardi di
dollari sulle importazioni cinesi. 
    ** La prospettiva di una guerra commerciale ha zavorrato il
biglietto verde ed eventuali sviluppi sono destinati a
indebolire ulteriormente la divisa Usa. A offrire un certo
sostegno al dollaro invece le crescenti aspettative di ben
quattro rialzi dei tassi di interesse Usa da parte della Fed nel
2018.
    ** "L'amministrazione Usa scivola sempre più in una
situazione caotica e la debolezza del dollaro, indotta da Trump,
può avere effetto per un po' ma non per sempre", spiega Ulrich
Leuchtmann, analista di Commerzbank.
    ** Trump intende imporre dazi per un massimo di 60 miliardi
di dollari sulle importazioni cinesi con obiettivi i prodotti
tecnologici e del settore delle telecomunicazioni, secondo
quanto riferito da due persone vicine alla vicenda. 
    ** La notizia giunge prima dell'importante vertice del G20
della prossima settimana in cui i leader mondiali assicureranno
di combattere le pratiche commerciali scorrette e
sottolineeranno il ruolo del commercio globale. 
    ** Il biglietto verde ha perso terreno anche dopo i dati
sull'inflazione Usa diffusi ieri e relativi a febbraio e
rivelatisi in linea con le attese, il che fa pensare che la
Federal Reserve continuerà a impegnarsi ad alzare i tassi di
interesse in modo graduale nel corso dell'anno.
    ** Nelle contrattazioni del mattino l'euro tocca il minimo
di seduta sulle parole del Presidente della Bce, Mario Draghi,
che parla della necessità di ulteriori prove di un rafforzamento
dell'inflazione.
    ** Draghi, parlando a un convegno a Francoforte, ha detto
che alla Bce servono ulteriori prove concrete che l'inflazione
stia accelerando in direzione dell'obiettivo ufficiale di
'infleriore ma prossimo a 2%'. La fiducia dell'istituto centrale
di Francoforte in materia di prospettive sui prezzi al consumo è
comunque in fase di miglioramento rispetto al passato.
            
    
    
                             ORE 10,15               CHIUSURA
 EURO/DOLLARO                1,2376/77                 1,2389  
 DOLLARO/YEN                 106,55/56                 106,56  
 EURO/YEN                    131,85/91                 132,03 
 EURO/STERLINA               0,8867/70                 0,8875   
 ORO SPOT                1.325,43/5,95               1.326,02
    
     
Per  una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con
quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare
nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama
Italia"   
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below