March 14, 2018 / 7:18 AM / 3 months ago

BORSE ASIA-PACIFICO calano su timori commercio nonostante dati Cina

 INDICI                        ORE  8,10    VAR %    CHIUS. 2017
 ASIA-PAC.                     586,07       -0,71    569,62
 TOKYO                         21.777,29    -0,87    22.764,94
 HONG KONG                     31.195,41    -1,28    29.919,15
 SINGAPORE                     3.538,90     -0,42     3.402,92
 TAIWAN                        11.038,80    -0,51    10.642,86
 SEUL                          2.486,08     -0,34    2.467,49
 SHANGHAI COMP                 3.291,26     -0,57    3.307,17
 SYDNEY                        5.935,30     -0,66    6.065,10
 MUMBAI                        33.631,65    -0,66    34.056,83
 
    
    14 marzo (Reuters) - Le borse della zona Asia-Pacifico sono oggi in netto
calo a seguito dei nuovi timori per l'imposizione di nuovi dazi sull'import
dalla Cina, nonostante i dati positivi da Pechino sulla produzione industriale.
    ** Alle 8,10 circa ora italiana l'indice MSCI, che non
comprende la borsa giapponese, perde lo 0,7%. TOKYO ha chiuso a -0,87%.
    Il presidente Usa Donald Trump sta pensando a dazi fino a 60 miliardi di
dollari di importazioni dalla Cina e intende colpire i settori della tecnologia
e delle telecomunicazioni, secondo due fonti che hanno discusso della questione
con l'amministrazione Usa.
    E oggi il settore tech asiatico è tra i più negativi, in particolare titoli
come LG Display, Tencent Holdings e Taiwan Semiconductor
.
    "Una guerra commerciale su scala mondiale è improbabile, ma potrebbe non
esserci molta pace sul fronte degli scambi", dice da Sydney Shane Oliver, Chief
Economist di AMP . "Il rischio maggiore è una guerra commerciale Usa-Cina".
    Il mercato intanto ha praticamente ignorato i dati migliori delle attese
dalla Cina, dove la produzione industriale a gennaio ha accelerato a un ritmo
sorprendente. Anche gli investimenti fissi hanno superato le attese, menre le
vendite al dettaglio sono migliorate rispetto a dicembre.
    "I nuovi dati cinesi sono molto incoraggianti" dice Craig James, chief
economist di CommSec, da Sydney. "L'economia è ben piazzata per resistere a
eventuali aumenti dei dazi Usa. Effettivamente, l'ufficio statistico cinese
parla di 'crescita relativamente veloce' sia per l'export che per i consumi nel
2018".
    ** SYDNEY cala anche oggi, appesantita dalle banche.
    ** Anche SEUL ha chiuso in calo, interrompendo una serie positiva
che durava da quattro giorni.
    ** HONG KONG e SHANGHAI perdono terreno, soprattutto l'ex
colonia britannica, in particolare i titoli legati al tech e alle
telecomunicazioni. Prada perde oltre l'1%.
    ** TAIWAN ha perso lo 0,5%, MUMBAI cala soprattutto per la
performance negativa del comparto bancario; anche SINGAPORE perde
terreno.
    
     
Per  una panoramica su mercati e notizie in  lingua italiana  con quotazioni, 
grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon  la
parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below