January 24, 2018 / 8:37 AM / 5 months ago

Movimento euro è effetto collaterale, non obiettivo Qe - Draghi a deputato Ue

FRANCOFORTE, 24 gennaio (Reuters) - Il programma di ‘quantitative easing’ della Bce non ha innescato movimenti “statisticamente significativi” nel cambio dell’euro e la dinamica delle valute è soltanto un effetto collaterale, non certo l’obiettivo degli acquisti Qe.

E’ l’opinione di Mario Draghi riassunta in una lettera a un deputato del parlamento europeo.

“Il programma degli acquisti App è stato comunque efficace nel favorire la concessione del credito, sostenendo la ripresa economica anche attraverso le migliori condizioni di finanziamento a imprese e famiglie ma non ha comportato movimenti dell’euro statisticamente significativi” spiega.

“Le oscillazioni sul mercato dei cambi restano un effetto collaterale di politica monetaria e non sono né il principale canale della sua trasmissione né il suo obiettivo” aggiunge rivolgendosi all’eurodeputato scozzese David Coburn.

Nell’arco degli ultimi sei mesi il cambio euro/dollaro si è apprezzato di quasi 6%, destando i timori di alcuni responsabili della politica monetaria che ne temono le ricadute negativa.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below