January 23, 2018 / 1:41 PM / 5 months ago

PUNTO 1-Risparmio gestito, raccolti 2,3 mld a dicembre, 97,5 mld in 2017 - Assogestioni

(Aggiunge commenti Alfieri di J.P.Morgan AM)

MILANO, 23 gennaio (Reuters) - Con altri 2,3 miliardi di euro di raccolta netta si chiude poco lontano dai 100 miliardi (97,5 miliardi) il bilancio di afflussi del sistema del risparmio gestito in Italia nel 2017.

Un quadro ancora provvisorio, quello fornito oggi da Assogestioni, che verrà confermato con le statistiche della mappa trimestrale del periodo ottobre-dicembre.

Alla fine dell’anno scorso il patrimonio gestito si attestava a 2.085 miliardi circa, con le gestioni collettive che si confermano in prevalenza con una fetta del 51% (48,6% i fondi aperti).

Nel dettaglio dicembre vede decelerare le sottoscrizioni totali rispetto ai 7,8 miliardi di novembre, complici i massicci riscatti sui mandati (-3,3 miliardi), principalmente istituzionali (-3,2 miliardi).

Ma, secondo il country Head per l’Italia di J.P. Morgan AM Lorenzo Alfieri, “in un ambiente Mifid II le gestioni patrimoniali restano molto appealing dal momento che qui la trasparenza dei costi è sempre stata evidente al cliente”, sottolinea. Allo stesso tempo “lo strumento fondo si presta a canali specifici come il retail e la raccolta Pir si è svolta soprattutto attraverso i fondi”. Quindi entrambe le soluzioni continueranno ad avere un loro valore.

A dicembre è soprattutto il gruppo Intesa Sanpaolo a segnalarsi con una raccolta di 1,36 miliardi, catalizzata per 2,25 miliardi dai fondi comuni di Eurizon Capital. Afflussi superiori al miliardo anche per Amundi mentre JP Morgan AM si aggiudica il terzo posto con un bilancio mensile di 739 milioni.

“In virtù del fatto che i mercati sono ben intonati ma presentano criticità in termini di valutazioni, da noi hanno prevalso le sottoscrizioni di prodotti multiasset flessibili, di obbligazionari flessibili e la conferma di interesse su prodotti europei azionari oltre all’attenzione verso l’esposizione ai mercati azionari emergenti, asiatici e a prodotti obbligazionari molto specializzati”, ha spiegato Alfieri.

Per il 2018 il manager si aspetta una conferma dell’attuale scenario favorevole “sia come trend dell’industria sia come dinamiche di mercato almeno nella primissima parte dell’anno”.

A dicembre non sono mancati i risultati negativi: Arca sgr vede uscire oltre un miliardo dalle gestioni di portafoglio istituzionali; segno meno anche per Poste Italiane (-35,3 milioni) e per il gruppo Ubi Banca (-173 milioni circa).

Fra le singole categorie di fondi, i più gettonati si confermano obbligazionari (2,8 miliardi), flessibili (2 miliardi circa) e bilanciati (1 miliardo) che, nell’arco dell’intero 2017, hanno raccolto rispettivamente 29,5 miliardi, 21,9 miliardi e 17,7 miliardi. Seguono a distanza gli azionari, con sottoscrizioni per 8,165 miliardi nel 2017 (riscatti per 102 milioni a dicembre), mentre sono in rosso i risultati annui di fondi hedge (-298 milioni) e monetari (-348 milioni).

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below