January 19, 2018 / 2:02 PM / 5 months ago

Italia, Bankitalia vede Pil 2017 a +1,5% (1,4% grezzo), 2018 a +1,4%

ROMA, 19 gennaio (Reuters) - Bankitalia stima che il Pil italiano, espresso in termini destagionalizzati e corretto per gli effetti del calendario, sia aumentato dell’1,5% nel 2017 e cresca dell’1,4% nel 2018 e dell’1,2% nel biennio 2019/2020.

Lo si legge nel bollettino economico dove è precisato che in termini grezzi l’attività economica sarebbe cresciuta dell’1,4% nell’anno appena trascorso.

Le ultime stime ufficiali del governo risalgono a settembre e indicano una crescita in termini non corretti dell’1,5% per i tre anni 2017-2019. Bankitalia a inizio novembre aveva giudicato “condivisibile” il quadro macroeconomico dell’esecutivo.

A trainare l’economia è “principalmente la domanda interna”. Il contributo della domanda estera netta, lievemente negativo nel 2018, è visto tornare positivo nel biennio 2019-2020.

“Nel 2020 il Pil sarebbe inferiore di circa l’1,5% rispetto al livello del 2007, con un recupero di circa nove decimi della caduta subita tra il 2008 e il 2013”, spiega Bankitalia.

La politica espansiva della Bce sostiene la crescita per poco meno di mezzo punto percentuale all’anno nel biennio 2018-2019, mentre l’andamento della finanza pubblica contribuisce all’espansione del prodotto per circa due decimi sia quest’anno sia il prossimo.

Il quadro presuppone il proseguimento di politiche economiche in grado, “da un lato, di favorire la crescita nel lungo termine, sostenendo le scelte di investimento e di consumo e, dall’altro, di assicurare credibilità al percorso di riduzione del debito pubblico, sfruttando il momento favorevole dell’economia globale”, precisa Bankitalia.

Il Pil del quarto trimestre, sempre in termini destagionalizzati e corretti per i giorni lavoratori, è visto a +0,4% come nei mesi estivi. La produzione industriale avrebbe messo a segno un incremento “di poco meno di mezzo punto percentuale” sul periodo precedente (+1,4%).

“I dati di cassa e le informazioni preliminari disponibili sono coerenti con un calo dell’indebitamento netto nel 2017; anche il rapporto tra il debito e il prodotto sarebbe diminuito”.

La dinamica dei prezzi non sembra destinata a rafforzarsi. Bankitalia spiega infatti che le attese sull’inflazione degli operatori professionali censiti in gennaio da Consensus economics sono rimaste stabili all’1,1% per il 2018, poco al di sotto di quelle formulate per il complesso dell’area dell’euro.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below