January 18, 2018 / 9:50 AM / a year ago

Bce, al via prossima settimana biennio in cui cambieranno vertici istituto

FRANCOFORTE/BRUXELLES, 18 gennaio (Reuters) - Entro qualche settimana i rappresentanti della zona euro sono chiamati a individuare un nuovo vice-presidente della Bce, dando il via a un biennio di cambiamenti al vertice dell’istituto centrale tra cui spicca la successione del presidente Mario Draghi.

Secondo quanto riferito da fonti della zona euro, la Germania scalpita per vedersi assegnata la presidenza, a vent’anni dalla creazione della Bce, ma le idee aggressive del candidato più probabile, il capo della Bundesbank Jens Weidmann, potrebbero rivoltarglisi contro in alcuni Paesi.

Inoltre, sembra improbabile che ci siano candidate pronte a farsi avanti per i ruoli di presidente e vice-presidente in un’istituzione di stampo prettamente maschile, e qualunque sia il risultato, il rimpasto avverrà contestualmente alla delicata decisione di abbandonare il Qe che dovrà concretizzarsi senza provocare scossoni sui mercati. Quella di Draghi è stata probabilmente la figura di maggior spicco nel tenere uniti i 19 Paesi del blocco nelle ore più buie. Il suo mandato, durato otto anni e non più rinnovabile scadrà a fine ottobre 2019.

Il primo a lasciare la sede di Francoforte sarà, a maggio, il vice-presidente Vitor Constancio seguito, l’anno prossimo, dalla presidente del supervisory Board del Ssm Daniele Nouy, dal capo economista Peter Praet, dallo stesso Draghi e dal francese Benoit Coeure.

I ministri delle Finanze daranno il via al processo per scegliere il nuovo vice-presidente lunedì prossimo mentre la decisione potrebbe giungere a febbraio. Secondo quanto riferito a Reuters da funzionari della zona euro, il modo in cui verrà individuato il successore di Constancio potrebbe offrire dettagli sulle posizioni politiche in vista della scelta del successore di Draghi.

Il ministro dell’Economia spagnolo Luis de Guindos, finora l’unico candidato noto, è favorito per il posto di vice-presidente. Secondo quanto spiegato dai funzionari, che hanno chiesto l’anonimato, la scelta di un rappresentante dell’Europa del Sud potrebbe lasciar intendere che il posto di Draghi andrà a un Paese del Nord Europa, come la Germania.

Una delle fonti inoltre ha sottolineato che un portoghese da poco ricopre il ruolo di presidente dell’Eurogruppo.

“L’Europa meridionale ha ottenuto la presidenza dell’Eurogruppo pertanto se riusciranno ad avere anche il posto di vice-presidente Bce, la presidenza deve per forza di cose andare a un Paese del Nord per una questione di bilanciamento tra le varie regioni”, ha spiegato la fonte. “Pertanto, è probabile che se la contendano Francia e Germania”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below