January 8, 2018 / 2:49 PM / 7 months ago

PUNTO 1-Italia, debito Target2 oltre 439 mld in dicembre, nuovo record

(Aggiunge dettagli, contesto, commento)

MILANO, 8 gennaio (Reuters) - Sale ancora in dicembre, a un nuovo massimo storico, il debito Target2 dell’Italia.

Secondo i dati mensili sugli aggregati di bilancio di Bankitalia pubblicati questa mattina, alla fine dello scorso mese le passività del Paese sul sistema di pagamento dell’Eurosistema ammontavano a 439,023 miliardi di euro rispetto al precedente record registrato in novembre a quota 435,883 miliardi.

Un ruolo chiave, osserva un analista, l’ha giocato la cancellazione delle aste a medio lungo di metà dicembre da parte del Tesoro. Pur a fronte di scadenze nulle nel mese, via XX settembre ha collocato con regolamento dicembre solo 3,5 miliardi di titoli a medio lungo, conducendo contemporaneamente operazioni di buyback su titoli di Stato per quasi 10 miliardi complessivi. Ne è risultato verosimilmente che una buona parte delle posizioni riassorbite tramite buyback, comprese quelle degli investitori esteri, non sono state rinnovate.

Inoltre, prosegue l’analista, l’aumento del Target2 conferma la tendenza ad un raffreddamento dell’attività degli esteri sul mercato dei governativi italiani, come evidenziato anche dall’allargamento dello spread Btp/Bund in dicembre, di quasi 30 centesimi dai minimi di inizio mese.

QE

Più in generale gli analisti spiegano da tempo che tra i fattori alla base della dinamica del debito Target2 ci sono il programma di Qe e in genere la politica ultra espansiva dell’Eurosistema. Questi da un parte riducono la presenza di titoli di Stato italiani nei portafogli stranieri e, dall’altra, limitano le esigenze di raccolta delle banche nazionali sui mercati, in particolare quelli esteri.

Inoltre Bankitalia anche di recente ha ribadito che il trend è legato all’incremento degli acquisti netti di titoli esteri, nell’ambito di un “processo di ricomposizione dei portafogli delle famiglie italiane a favore di prodotti assicurativi e del risparmio gestito, caratterizzati da una maggiore diversificazione internazionale” .

RALLENTAMENTO

È dunque probabile, si sottolinea, che l’ascesa del Target2 italiano difficilmente potrà arrestarsi prima del termine del Qe, sebbene il ritmo di crescita risulti già in rallentamento, grazie alla fine delle operazioni di finanziamento Tltro2 (l’ultima si è tenuta lo scorso marzo) e alla riduzione degli acquisti di asset da parte dell’Eurosistema (da questo mese l’importo mensile si riduce ulteriormente a 30 miliardi).

A conferma di tali previsioni, nel corso dell’intero 2017 si è registrato un aumento del debito Target2 italiano di circa 82 miliardi, meno dei 108 complessivi del 2016; nel 2015 (anno in cui, a marzo, è partito il programma di Qe) l’incremento era stato attorno ai 40 miliardi mentre l’anno precedente si era invece avuta una riduzione di circa 20.

(Giulio Piovaccari)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below